Firenze: arresti per spaccio di droga e furti, l’attività della polizia in città negli ultimi giorni

Polizia

FIRENZE – Pur con la necessità di organizzare le misure di sicurezza per Pasqua, è stato alto l’impegno delle Forze dell’ordine anche nei giorni precedenti. ecco una sintesi dei principali interventi:

Avrebbe seguito la sua vittima da un bancomat fino a un kebab per poi aspettarlo fuori da una tabaccheria e mettere a segno il “colpo”. L’episodio è successo ieri pomeriggio intorno alle 16.30, in via Gabriele D’Annunzio. Poco dopo la Polizia ha rintracciato e arrestato il responsabile, un 20enne rumeno, recuperando inoltre l’esiguo bottino: 15 euro in contanti, ai danni di un giovani italiano, minacciato con una lametta da barba.  Scattato l’allarme al 113, gli agenti della Quinta Squadra Volanti hanno passato al setacciato la zona. In poco tempo l’aggressore è stato rintracciato all’interno di un circolo, mentre stava prendendo un caffè al bancone del bar. Il 20enne è finito a Sollicciano con l’accusa di rapina aggravata.

Raffica di arresti e denunce per spaccio di stupefacenti. Tra il centro storico e la periferia cittadina in pochi giorni 2 persone sono finite in manette; altre 5 sono state denunciate. Giovedì pomeriggio, al parco delle Cascine, gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Rifredi hanno sorpreso un pusher all’opera. Si tratta di un cittadino del Gambia di 19 anni. Il giovane, dopo essere stato visto intorno ad una siepe, avrebbe passato pochi grammi di droga ad un giovane italiano e un più cospicuo quantitativo ad un suo connazionale. La polizia, appostata non molto distante, è entrata in azione recuperando oltre 70 grammi di sostanza stupefacente, tra hashish e marijuana, molta della quale scovata in mezzo alla vegetazione grazie al prezioso intervento del cane poliziotto antidroga “Amper”. Per il consumatore è partita una segnalazione per uso personale di stupefacenti, mentre il connazionale del 19enne gambiano è stato denunciato.

Mercoledì scorso a Novoli gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Toscana hanno denunciato un fiorentino di 20 anni per detenzione ai fini di spaccio. Il giovane è stato fermato, intorno all’ora di pranzo, insieme ad una sua coetanea a bordo di un’autovettura in Piazza Leopoldo. Durante il controllo sono saltati fuori dalla macchina 10 grammi di marijuana ed altri 70 dall’abitazione del conducente.

Sempre nei giorni scorsi e per il medesimo reato, un’altra pattuglia dello stesso Reparto ha arrestato un sedicente cittadino marocchino di 30 anni sorpreso in via Baracca con poco meno di 100 gr. di hashish. Alla vista dell’auto della polizia l’uomo ha tentato invano di darsi alla fuga. Nel corso di specifici servizi sono infine state denunciate altre 3 persone trovate in possesso di diversi grammi di sostanza stupefacente.

Turista americana nel mirino di due “borseggiatrici seriali”: in centro la polizia arresta due 22enne bulgare. Le due prima si sono messe ad osservare alcuni gruppi di stranieri in visita in questi giorni nel Capoluogo toscano; poi, individuata la loro vittima in piazza dell’Unità Italiana, sono entrati in azione aprendo la cerniera della borsa di una donna per poi sfilarle alcune banconote. Ad osservare la scena, a pochi passi di distanza, c’erano però due agenti in borghese del Commissariato di Rifredi che sono subito intervenuti bloccando le borseggiatrici. La proprietaria della borsa, una cittadina americana che non si era accorta assolutamente di niente, è rientrata in possesso del maltolto (una 70ina d’euro in contanti), mentre per le giovani cittadine bulgare sono scattate le manette. Entrambe erano già ben note alle forze dell’ordine che negli ultimi mesi le avevano sorprese all’opera in diverse occasioni, proprio nel centro storico fiorentino.

 

arresti, denunce, furti, spaccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080