Salvini indagato dalla procura di palermo per sequestro di persona aggravato (link al video)

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica, Primo piano, Top News

Matteo Salvini

ROMA – «Dato che è la prima volta che ricevo un atto giudiziario lo leggiamo insieme». Matteo Salvini, in diretta Facebook dal suo studio al Viminale, apre la busta gialla della procura di Palermo con la quale il Procuratore Capo Francesco Lo Voi lo informa di aver aperto un fascicolo per la vicenda dei migranti a cui, per diversi giorni, non è stato permesso di sbarcare dalla nave Diciotti. «Sono pronto ad andare dai magistrati domani, a farmi ascoltare: mi costituisco. Mi accusano di sequestro di persona – ha aggiunto – e i migranti in gran parte si sono dileguati. Sono preoccupato? No. Né per questa vicenda né per quella di Genova sui fondi della Lega. Non mollo, finché me lo chiedono gli italiani. E se domani in Italia dovesse arrivare un’altra nave di clandestini, in Italia non sbarca».

A questo link il video pubblicato da Salvini sulla sua pagina Facebook, l’apertura della busta della procura di Palermo. VIDEO

Approda dunque al Tribunale del ministri di Palermo, presieduto dal giudice Fabio Pilato, il fascicolo d’indagine sul caso della nave Diciotti, che vede indagato il ministro Matteo Salvini. La Procura di Palermo ha trasmesso oggi gli atti al Tribunale dei ministri chiedendo ai giudici di svolgere le indagini preliminari nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini, modificando però i reati contestati. Il vicepremier è stato iscritto nel registro degli indagati per sequestro di persona aggravato. Al fascicolo è allegata anche una relazione firmata dal capo della Dda Francesco Lo Voi e dall’aggiunto Marzia Sabella. La Procura di Agrigento aveva contestato a Salvini e al capo di Gabinetto del Viminale, Matteo Piantedosi i reati di sequestro di persona, sequestro di persona a scopo di coazione, arresto illegale, abuso d”ufficio e omissione d”atti d’ufficio. L’unico reato contestato rimane invece il sequestro di persona aggravato. Mentre Piantedosi non risulta indagato.
«Dell’invio di tale procedura è stato avviso al senatore Salvini – dice la Procura – ed è in corso la notifica degli avvisi ai soggetti da ritenersi persone offese del reato ipotizzato come previsto dalla
legge costituzionale». Il Tribunale dei ministri deciderà entro i prossimi 90 giorni le indagini sa svolgere.

La procura di Palermo ha emesso il seguente comunicato: «In data odierna questo ufficio ha richiesto al Tribunale di Palermo – collegio speciale per i reati cosiddetti ministeriali – di procedere ad indagini preliminari nei confronti del ministro dell”Interno, senatore Matteo Salvini, per il reato di sequestro di persona aggravato (artt. 81 e 605, commi 1,2 n.2 e 3, Cod. pen.) commesso nel territorio siciliano fino al 25 agosto 2018 in pregiudizio di numerosi soggetti stranieri. Ciò, in ossequio, alle disposizioni della legge costituzionale n.1 del 1989 e della legge n. 219 del 1989».

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: