Manifestazione coposta e silenziosa

Genova: a un mese dal crollo del ponte la città si è fermata

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Eventi, Top News

Una veduta di ponte Morandi

GENOVA – Un mese dopo il crollo del ponte Morandi Genova si è fermata per rendere omaggio alle 43 persone morte nel disastro. Alle 11,36 con il cielo lacerato dalle sirene delle navi e dai rintocchi delle campane, i genovesi sono scesi strada in silenzio: i negozi hanno abbassato le saracinesche, taxi e bus hanno spento i motori, la gente in strada si è fermata in raccoglimento. E i figli di alcune vittime mischiati a decine di giovanissimi atleti genovesi accompagnati dagli allenatori e dai dirigenti delle società hanno ricordato i loro cari con un girotondo. E’ il nostro “Ground Zero” ha detto il sindaco di Genova Marco Bucci, presente alla cerimonia con il governatore Toti,il prefetto Spena, il vicario mons. Anselmi, il sottosegretario Rixi e il presidente del consiglio Regionale Piana. Mentre Toti ha chiesto al governo “aiuti, non disturbi”.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.