L'inaugurazione con Nardella

Firenze: piazzetta dello Sprone tutta nuova. Gioiello d’Oltrarno

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia, Eventi

Il taglio del nastro, con il sindaco Dario Nardella

FIRENZE – Un luogo storico di Firenze, che ospita una casa torre del XIII secolo e sul quale si affaccia un condominio progettato dal celebre architetto Giovanni Michelucci nel 1954, per decenni in stato di degrado e incuria, viene oggi riqualificato e donato alla città, diventando un posto aperto a tutti, dove fare una sosta di relax: è Piazzetta dello Sprone, a due passi da Ponte Vecchio e da piazza della Passera, nel cuore dell’Oltrarno fiorentino.  Lo spazio, una specie di cortile all’interno dei palazzi, diventato col tempo – oltre che un parcheggio – un posto di spaccio e un ricovero di fortuna per senzatetto, è adesso, dopo un attento lavoro di riqualificazione, estetica e funzionale, una vera e propria piazzetta con tanto di sedute, piante e rastrelliere per le biciclette.

L’allestimento, completamente removibile, è stato svelato oggi nell’incontro alla presenza del sindaco Dario Nardella. La riqualificazione, sostenuta interamente da Ditta Artigianale Srl, che qui nel 2016 ha aperto una caffetteria con cucina, dedicata al consumo consapevole di caffè, in collaborazione con Comune di Firenze, è diretta da Marco e Luca Baldini dello studio di architettura Q-Bic.

Tra le proposte per valorizzarla, quello di organizzarci progetti culturali, musicali e di alto artigianato, dai laboratori per bambini ai concerti di musica classica, al coinvolgimento delle botteghe storiche di artigianato, uno dei gioielli per cui questo quartiere di Firenze sta rapidamente diventando popolare nel mondo, in collaborazione con associazione IN Piazza, Trattoria 4 Leoni e Florence Factory. Ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella: «Un luogo sconosciuto ai più, incastonato nell’Oltrarno, che finalmente oggi viene riqualificato e valorizzato in tutta la sua unicità. Grazie a tutti coloro che hanno creduto in questo progetto che restituisce un luogo suggestivo alla città sottraendolo al degrado».

«Una bella occasione di collaborazione tra Comune e privati – ha affermato l’assessore ad ambiente e decoro Alessia Bettini, che ha curato l’iter dei lavori – che segue quella analoga effettuata con piazzetta dei Tre Re, vicino a via dei Calzaiuoli, e con la quale restituiamo alla città un piccolo angolo nascosto e dimenticato per farne un nuovo spazio di aggregazione e socialità».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.