Un progetti di fundraising

Firenze: festa a Santa Croce per Il Michelangelo di Vasari ritrovato

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia

 

FIRENZE – Nella Basilica di Santa Croce presentato oggi pomeriggio il restauro della pala d’altare di Giorgio Vasari.  Il volto di Michelangelo nascosto sotto le sembianze di Nicodemo, che guarda in direzione della sua tomba, e quello di Rosso Fiorentino, con un copricapo vermiglio, nelle vesti di Giuseppe d’Arimatea sono riaffiorati dal restauro della tavola ad olio Andata al Calvario e incontro con Veronica, la pala d’altare che Giorgio Vasari eseguì nel 1572 su commissione di Cosimo I
de’ Medici per l’altare Buonarroti nella Basilica di Santa Croce a Firenze. Emozione e clima di festa oggi pomeriggio, in Santa Croce, dove è stato presentato il restauro della pala del Vasari per l’altare della monumentale tomba di Michelangelo Buonarroti, davanti ad almeno 400 persone. Tutti rapiti dallo splendore di un’opera che Claudio Paolini, funzionario della Soprintendenza ha definito la più bella mai dipinta da Giorgio Vasari.

Ad accogliere il pubblico la presidente dell’Opera di Santa Croce, Irene Sanesi e Maria Teresa
Castellano, la restauratrice protagonista dell’eccezionale recupero, alla quale in tanti hanno chiesto incuriositi dove fosse quel volto di Michelangelo riportato alla luce.
Il restauro della pala d’altare è stato condotto dall’Opera di Santa Croce attraverso il progetto di fundraising “In the Name of Michelangelo”. Si sono mobilitati 127 donatori di tredici Paesi. La
raccolta è andata ben oltre le attese e ha raggiunto i 120 mila euro.
Diverse le sorprese del restauro. L’opera, curata dai danni prodotti nella parte inferiore dall’alluvione del 1966 e liberata da una patina che la oscurava, ha ritrovato la luce dei suoi colori e particolari inaspettati come i volti di Michelangelo e di Rosso Fiorentino. Il cantiere di restauro è stato caratterizzato dall’apertura al pubblico dei visitatori che con grande interesse hanno seguito l’intervento.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.