Le richieste avanzate al Ministero

Scuola: riapertura graduatorie GaE, adeguamento degli stipendi e dell’organico

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

ROMA – Riapertura delle graduatorie ad esaurimento (Gae), ancoraggio degli stipendi all’inflazione, adeguamento dell”organico di fatto a quello di diritto. E ancora: pensionamento con quota 96 e la parità di trattamento tra personale precario e di ruolo. E’ quanto sostiene il
presidente del sindacato Anief che ne ha parlato di fronte a 500 docenti e Ata nel corso del seminario su «La legislazione scolastica» a Palermo. Altri seminari gratuiti si terranno in ogni provincia italiana. «Continuiamo a credere che sia giusto riaprire le GaE – ha detto Pacifico – il governo lo ha fatto in passato, e noi senza dubbio non ci arrendiamo, ma ci chiediamo perché non
rinnovare adesso questa pratica, visto il momento delicato che attraversiamo? La soluzione al problema non è certo il concorso riservato per Infanzia e Primaria: l’organico che ci si propone, con
questo canale, di introdurre, non è sufficiente alle esigenze degli istituti. Quello che più ci lascia sgomenti è la presenza di paletti inseriti nel bando di concorso che non danno a molti abilitati la possibilità di partecipare alla selezione; ricordiamo che si tratta di docenti abilitati, che hanno
prestato servizio nelle nostre scuole e che sono capacissimi di fare il loro lavoro», ha concluso Pacifico.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: