Week End 15-16 dicembre a Firenze e in Toscana: spettacoli, eventi, mostre

FIRENZE

Firenze 2030 – Sabato 15 nel Salone dei 500 di Palazzo Vecchio si terrà «Firenze 2030», giornata dedicata all’ascolto dei giovani under 30 per raccogliere le loro proposte su come dovrebbe essere Firenze nel 2030. Presenti il sindaco di Firenze Dario Nardella, Linus, voce storica di Radio Deejay, e Walter Villadei, cosmonauta italiano. A moderare la discussione Omar Schillaci di Wired. 10 temi, dalla mobilità all’ambiente, dall’integrazione alla comunicazione. A chiudere l’evento, dalle 19 alle 21, concerti nei quali si esibiranno numerosi artisti del Campus della Musica tra cui Gin, Nián, Ginevra Casprini, Filippo Ciampi, Matilde Rosati, Gregorio Mucci, Virginia Nuti e Beatrice Innocenti, con i musicisti Alberto Checcacci, Federico Mariano, Marco Lazzeri, Marco Fanciullini e Nicolò Porel, coinvolti anche nei tavoli tematici fin dal primo pomeriggio; confermata la presenza degli Street Clerks.Per maggiori informazioni: https://www.comune.fi.it/Firenze2030

La tragedia del vendicatore alla Pergola – Al Teatro della Pergola (via della Pergola 18) sabato 15 alle 20.45 e domenica 16 alle 15.45 ultime repliche di uno spettacolo notevolissimo e di rara rappresentazione: il maestro della regia Declan Donnellan dirige per la prima volta un cast tutto italiano in «La tragedia del vendicatore» atribuita a Thomas Middleton (1580-1627), versione di Stefano Massini. Un capolavoro pulp non privo di britannico umorismo, fra assassinii, intrighi, efferatezze e, naturalmente, vendette costruite pazientemente per anni. Scritta nel 1606, nei primi anni del regno di Giacomo I, tra il dilagare della corruzione e del malcostume, la pièce fu diretta in Italia la prima e unica volta nel 1970 da Luca Ronconi, quando ancora veniva attribuita a Cyril Tourneur. Prevendite Teatro della Pergola, 055.0763333 – biglietteria@teatrodellapergola.com. Sabato: 9:30-18:30 – domenica chiuso. Circuito Boxoffice Toscana e online

West Side Story – Al  Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui, 1) sabato 15 alle 15.30 e alle 20 e domenica 16 alle 15.30 va in scena «West Side Story», musical in due atti con cui si celebra il centenario della nascita di Leonard Bernstein. Sua la musica, mentre il libretto, basato su un’idea di Jerome Robbins, è a firma di Arthur Laurents, con Stephen Sondheim come paroliere per le canzoni. Il musical approda a Firenze nella produzione firmata per la regia da Federico Bellone, qui ripresa da Chiara Vecchi, in un’edizione in lingua originale con dialoghi in italiano e con le coreografie originali di Jerome Robbins riprese da Fabrizio Angelini. Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino diretti da Francesco Lanzillotta. Biglietti da 10 a 80 euro (disponibilità variabile da recita a recita, ma non moltissimi i posti rimasti; esaurito giovedì 20) in vendita anche sul sito del teatro; esaurita la recia di domenica.

Amici della Musica – Ultimi tre appuntamenti del 2018 con gli Amici della Musica di Firenze: sabato 15 alle 17 al Teatro Niccolini (via Ricasoli 3) “Il sogno e l’abisso”, recital di Andrea Lucchesini sulle musiche di Schubert e di Schumann intitolato , di cui lo stesso Lucchesini sottolinea: “Avevo una gran voglia di approfondire maggiormente Schubert, dopo il lungo periodo in cui mi aveva assorbito l’integrale beethoveniana. Sono partito dall’ultimo Schubert, e con un passaggio che mi è parso naturale ho pensato a Schumann, che nei primi venti numeri d’opera attraversa il pianoforte come un turbine. In tutti e due gli autori i momenti onirici si alternano a momenti di disperazione: Schumann scrive pagine appassionate con personaggi inventati che escono dalla realtà, per rappresentare le ambivalenze e le contraddizioni del suo spirito, mentre Schubert alterna la consapevolezza del suo genio alla constatazione che la realtà della sua vita è molto diversa dalle speranze”. Domenica 16 alle 21 il Teatro della Pergola (via della Pergola 18) ospita uno dei gruppi più amati tra gli esecutori di musica antica, l’Ensemble Micrologus con il concerto “L’Apocalisse del Savonarola. Canti carnascialeschi e musica penitenziale a Firenze tra 1480 e 1500”. In scena: Patrizia Bovi al canto, arpa e ideazione, Simone Sorini, cantore al liuto, Enea Sorini tenore e percussioni, il basso Guglielmo Buonsanti, Goffredo Degli Esposti zufolo e tamburo, Gabriele Russo alla lira da braccio, Leah Stuttard all’arpa con arpioni e Crawford Young al liuto. Lunedì 17 alle 21 al Teatro Niccolini per il ciclo Odissea Bach ci sono Veronica Eberle al violino, Edicson Ruiz al contrabbasso e Gonzalo Grau alle percussioni in «Rumba con J.S. Bach». Biglietti concerti da 17 a 28 euro. Tutte le info e il programma completo della stagione su www.amicimusicafirenze.it. 

Ton Koopman – Si chiude sabato 15 alle 21 col concerto del grande organista Ton Koopman, solista con l’Orchestra da Camera Fiorentina, la stagione 2018 dei Mercoledì Musicali all’Auditorium della Fondazione CR Firenze, in via Folco Portinari 5 (5 euro, ricavato devoluto all’associazione Astrolabio). Programma nel segno del classicismo settecentesco. E quindi Vienna, e un simbolico passaggio di testimone da Franz Joseph Haydn a Wolfgang Amadeus Mozart.

Tindaro Granata – Al Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303) sabato 15 alle 21 Tindaro Granata racconta la storia della sua famiglia, intere generazioni di nonni, padri, amici, mafiosi, soldati americani, emigrati e di una terra, la sua Sicilia, da cui allontanarsi per andare a Roma a fare l’attore… e ritrovarsi a fare il cameriere. Granata passa attraverso i decenni in molteplici ruoli, a ogni età, maschio o femmina, tra giochi, balli, lavoro, relazioni familiari, brevi passaggi ogni volta a comporre dialoghi, legami, situazioni, lui solo e tanti. Definire “Antropolaroid” non è semplice, con questo titolo che fonde lo scatto fotografico con la ricerca antropologica, la memoria trattenuta nell’immagine e il racconto tramandato e vissuto profondamente. Granata utilizza un’antica tecnica, quella del “cunto” siciliano che però qui viene scomposta: a far rivivere la storia della sua famiglia non è la narrazione in terza persona, ma sono i personaggi stessi a rievocarla sulla scena, a prendere la parola per dialogare in un dialetto siciliano antico e moderno. Biglietti 16 / 14 euro.

Balocchi e Carbone per «Natale al Cestello» – I riflettori delle feste si accendono in San Frediano con «Natale al Cestello», cartellone di appuntamenti sullo storico palcoscenico dell’Oltrarno (Piazza Cestello), pensato per colorare questi giorni di tante note e magica allegria, con proposte per tutta la famiglia. Si inizia sabato 15 ore 20.45  e domenica 16 ore 16.45,  col debutto in prima nazionale di «Balocchi e Carbone», delizioso e ricchissimo varietà natalizio in stile retrò del Trio Vocale “Le Signorine”, che apre tra l’altro la rassegna del Mindie, il Festival Nazionale di Musical Off e indipendente, fiore all’occhiello della programmazione. Swing dal vivo, in casa delle tre protagoniste, al secolo Claudia Cecchini, Lucia Agostini e Benedetta Nistri,  che attendono il cenone della vigilia in compagnia dei loro musicisti, tra regali scordati, ultimi preparativi, aspettative, ricordi e naturalmente canzoni dal sapore anni 40 e 50. Info e prenotazioni 055.294609.

La storia della lingua italiana in commedia alla Crusca – «Sao ko kelle terre… piccola storia della lingua italiana» è la novità teatrale della Compagnia delle Seggiole su testo di Marcello Lazzerini in collaborazione con Maria Ida Fontana, in scena sabato 15 dicembre per due recite, ore 20 e 21.30 alla sede dell’Accademia della Crusca (e dove, se no?), nella Villa medicea di Castello (di via di Castello 46). Biglietti € 13/10, info e prenotazioni 3332284784.

Belle ripiene al Teatro Verdi – Al Teatro Verdi (via Ghibellina 99) sabato 15 alle 21 e domenica 16 alle 17 va in scena «Belle ripiene», commedia ambientata in cucina tra pentole e fornelli veri. Le quattro performers cucineranno reali pietanze regionali mentre accenderanno anche un confronto sul loro rapporto coi rispettivi uomini e le rispettive più-o-meno-realizzate esistenze. Alla fine il pubblico potrà degustare quanto cucinato. Dettagli e biglietti ww.teatroverdifirenze.it

Teatro Puccini – In occasione delle feste natalizie, il Teatro Puccini (Via delle Cascine 41) ha programmato due spettacoli rivolti ai bambini e ragazzi: sabato 15 alle 16.45 andrà in scena «Favole al telefono» di Gianni Rodari, regia di Andrea Bruno Savelli, mentre domenica 16 alle 16.45 ci sarà il consueto appuntamento con «Canto di Natale» di Dickens, produzione della compagnia fiorentina Centrale dell’Arte. Sabato 15 alle 21.30 per «Puccini Off» replica della nuova versione di «All’alba perderò» di Andrea Muzzi. Possibile “far serata” approfittando anche dell’Aperiteatro dalle 20 alle 21.30: buffet con i migliori prodotti della nostra regione, grazie a un accordo stretto fra alcune aziende top del settore e il gli organizzatori della rasssegna, ideata e diretta da Andrea Muzzi con Massimo Martini. Biglietto intero 15€/ridotto 10€. Apericena 10€. Info 055 362067.

Galà in salsa swing – Sabato 15 alle 21 nel Teatro e Salone del Sodo (Chiesa di San Pio X al Sodo, Via delle Panche, 212, 50141 Firenze; ingresso 10 euro; info 366 2844676) Gran Galà di Natale con Rodolfo Banchelli, Fabio Vannini al pianoforte, Cinzia Daloiso e gli artisti della Bottega dello Swing, la Zia Ade, le Latin Country, e tanti altri ospiti uniti per una buona causa. Una serata dedicata al Natale, con i suoi canti tradizionali ma… in salsa swing. Dalle dalle 22 tutti in pista con Valerio D.J e alle 24… «Buon compleanno, Rodolfo!». Si fa festa al protagonista della serata, sempre ballando ballando (e come, altrimenti, vista la qualità del festeggiato?).

Concerto di Natale AIL – Domenica 16 alle 17 Concerto di Natale e Festa di Auguri a CASA AIL (Piazza Meyer n.2), sede dell’Associazione e casa di accoglienza dove vengono ospitati gratuitamente familiari e pazienti in cura presso gli ospedali fiorentini. Il Laboratorio Corale della Scuola di Musica di Fiesole, diretto da Chiara Quattrini, si esibirà in concerto per AIL Firenze con un repertorio che spazia dalla musica classica a brani di tradizionale popolare fino ad arrivare al contemporaneo. Al termine del concerto offerto dal Coro all’Associazione, ci sarà un Brindisi di auguri nel salone della struttura di accoglienza. L’evento è aperto a tutti ed a offerta libera. Per info 055.4364273 / ailfirenze@ailfirenze.it

Concerto di Natale all’Affratellamento – Sabato 15 alle 21 al Circolo Teatro Affratellamento (via G.P. Orsini 73) Concerto di Natale con Beibei Li, soprano, Omar Daini, sax, Eleonora Zamboni, violino, Ilaria Posarelli, pianoforte. Musiche di Bach, Schostakovich, Schumann, Puccini. Intero eueo 13, ridotto 10.

Coro del Melograno – Su invito del Lions Club Firenze Stibbert, il Coro del Melograno si esibirà sabato 15 alle 19 alla Chiesa di Sant’Ambrogio in un concerto di Natale, per raccogliere fondi in favore dei bambini che hanno bisogno di sorridere. Il ricavato sarà’ devoluto direttamente ai bambini bisognosi. Offerta minima 10 € Prenotazione obbligatoria : Sig.a C. Ferretti , tel 3463870737.

Weihnachtsmarkt in Piazza Santa Croce – Il Weihnachtsmarkt 2018 si svolge dal 28 novembre fino a giovedì 20 dicembre 2018, con artigianato artistico e prodotti i tipici da tutta Europa, anche alimentari. La diciannovesima edizione della manifestazione è organizzata da Anva nazionale e Confesercenti Firenze, in collaborazione con Regione Toscana e Comune di Firenze, anche se lo stile, con le tipiche casette di legno, è assolutamente tedesco: un Weihnachtsmarkt in piena regola, anche se è nella fiorentinissima Piazza Santa Croce.

Tenax – Originario di Tel Aviv e fondatore della label Disco Halal, Moscoman è ospite del prossimo appuntamento di Nobody’s Perfect, sabato 15 al Tenax (via Pratese 46). La proposta sonora è ispirata dalla miriade di suoni proveniente dalla sua terra natale, ma pur sempre basata sui generi new-wave, house, techno e trance (apertura porte ore 22:30 – ingresso 10/12/15 € – vietato ai minori di 18 anni).

Mostre A Palazzo Strozzi «The Cleaner», grande mostra dedicata a Marina Abramović: una panoramica sui lavori più famosi della sua carriera, dagli anni Settanta agli anni Duemila, attraverso video, fotografie, dipinti, oggetti, installazioni e la riesecuzione dal vivo di sue celebri performance. Fino al 20 gennaio 2019.

Agli Uffizi, fino al 20 gennaio, si  dà il via alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo (2 maggio 1519) esponendo il Codice Leicester di Leonardo da Vinci. Le 72 pagine del manoscritto ex Hammerl e oggi di Bill Gates, esposte in blindatissime teche, sono affiancate da un sofisticato apparato multimediale che viene dagli USA: si chiama Codescope e ci permette di sfogliare le pagine e di leggerle in grafia moderna, sia in italiano sia in inglese, con un rovesciamento speculare della scrittura mancina da destra a sinistra di Leonardo. Genialità palese anche nell’intuizione che tutte le cose della Terra, dalle rocce all’uomo, obbediscano alle medesime leggi. E in Galleria si possono poi ammirare l’Annunciazione, il Battesimo di Cristo (dipinto col Verrocchio) e l’incompiuta Adorazione dei Magi, appena restaurata.

Nella cripta di San Miniato al Monte (via delle Porte Sante) fino al 16 dicembre c’è Gernika (ovvero Guernica in basco), mostra dell’artista basca Sofìa Gandarias (1951-2016) che arriva dopo che è stata ammirata nella Sala delle esposizioni dell’Abbazia Benedettina di Santo Domingo de Silos, a Burgos in Spagna. Le tre scene molto significative dell’opera dell’artista, i cinque suggestivi bozzetti che rappresentano la violenza e la guerra vissuta attraverso il dramma dei colori, le immagini insolite delle donne e l’orologio sulla facciata della chiesa che segna il momento dell’attentato, riportano il visitatore al terribile attacco aereo che distrusse la città basca il 26 aprile 1937. In occasione della chiusura della mostra, domenica 16 alle 19, l’Abbazia di San Miniato al Monte e il Legado Gandarias organizzano il concerto d’organo del maestro Michele Manganelli. Ingresso libero.

Santo Stefano al Ponte (piazza di Santo Stefano 5) dal 6 dicembre al 31 marzo diventa Cattedrale dell’immagine con l’inedito spettacolo multimediale immersivo dal titolo Van Gogh & i maledetti, realizzata da Crossmedia Group.  Si tratta di un racconto digitale di 60 minuti, sviluppato per mezzo della multiproiezione a 360 gradi d’immagini ad altissima definizione e della diffusione in Dolby HD di un’avvincente colonna sonora originale. Tutti i giorni  ore 10 – 19.30, chiusura biglietteria ore 18.30, biglietti 13 / 10 / 8 / 5 euro

Nel palazzo di Casa Guidi in Piazza S. Felice, famoso per aver ospitato nel XIX secolo due fra i maggiori poeti anglosassoni Elisabeth Barrett e Robert Browning, si potrà visitare la residenza d’epoca Casa Botticelli, recentemente inaugurata, che aprirà per la prima volta al pubblico con la mostra Butterfly Project di Marco Klee Fallani. Visitabile dal 2 fino al 24 dicembre dalle 12 alle 17.

A Carrara torna a vivere in una mostra al Cap la mitica Ferrovia privata marmifera: un’occasione unica per rivedere foto e testimonianze di un’opera realizzata a fine Ottocento e smantellata nel 1964. La mostra, aperta dal 1 dicembre al 31 maggio 2019, è stata curata da Cristiana Barandoni, archeologa, dal Gruppo Archeologico Apuo Versiliese, con consulenza di Luca Borghini, storico, e Antonio Criscuolo, geologo e grande esperto di lapideo, che per circa 35 anni ha lavorato al settore marmo del comune di Carrara.

Dal 1 dicembre 2018 fino al 6 gennaio 2019 (con ingresso libero, dal martedì alla domenica, dalle 15,30 alle 19,30) si terrà a Lucca presso il Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca (Piazza San Martino), il progetto “La Rondine” con opere dell’artista visivo e plastico Alexey Morosov, dello scrittore Nicolai Lilin e del compositore e musicista Federico De Robertis a cura di Alessandro Romanini con la collaborazione di GianGuido Grassi.

SCANDICCI (FI)

Al Teatro Studio di Scandicci (via Donizetti 58) venerdì 14 e sabato 15 alle 21 Vittorio Continelli dirige e interpreta «Nel Labirinto. Discorso sul mito», racconto fatto di storie antiche che ancora ci parlano attraverso i simboli e i nomi degli dèi e degli eroi di Grecia. Dall’amore del re degli dèi per una principessa orientale scaturisce la prima scintilla del pensiero occidentale. Le musiche originali sono di Ares Tavolazzi, i costumi di Chiara Fontanella, le luci e gli elementi di scena di Fabio Giommarelli, le foto di Nico Lopez Bruchi. Una produzione Fondazione Teatro della Toscana. Biglietti Intero 14 euro, ridotto 12 / 10; prevendita Teatro della Pergola (Via della Pergola 30, Firenze, 055.0763333, Circuito Boxoffice Toscana e online; al Teatro Studio di Scandicci a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

ANTELLA (FI)

Sabato 15 alle 17 Carlo Conti è sul palco del Teatro Comunale di Antella (via Montisoni, 10, Antella, Bagno a Ripoli – ingresso 3 euro, consigliata prenotazione allo 055621894) ospite della rassegna “Sei brillanti: quando il teatro fa furore” ideata e curata dal critico teatrale Roberto Incerti. Uno degli appuntamenti clou di questo progetto pensato per valorizzare il patrimonio teatrale, attraverso le testimonianze di artisti e personaggi che hanno scritto pagine della scena toscana e italiana. Roberto Incerti intervisterà Carlo Conti sia sui lavori del recente passato – come quando ha rivestito il ruolo di direttore artistico del Festival di Sanremo, sia sui progetti futuri, come la ripresa de “Lo show” con Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello. Info www.archetipoac.it.

SESTO FIORENTINO (FI)

Nell’ambito di Crossing doors stagione di T.R.A.M. Teatro di Residenza Artistica Multipla sabato 15 alle 21 e domenica 16 alle 17 al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino (via Gramsci 426) viene presentato in prima nazionale «Un figlio del nostro tempo», libero adattamento dal romanzo di Ödön von Horváth per la regia di Patrice Bigel, prodotto da Compagnie La Rumeur/AttoDue (FR/IT). La pièce, che ha debuttato all’Usine Hollander di Choisy-le-Roi nell’aprile 2018 e viene ora proposta per la prima volta in Italia, è il risultato di un lavoro d’equipe che vede riuniti attori, regista e scenografo: una performance capace di mescolare con densità scenica e drammaturgica i linguaggi del teatro e del video. Biglietti 13 / 10 euro.

Domenica 16 alle 16 circa presso la chiesa di San Cristofano in via Allori si ascolta il coro Vocimania, che la sera alle 21  si esibisce in piazza Vittorio Veneto presso l’allestimento di Sesto Sound nella rassegna corale “CantAvisAndo”.

CALENZANO (FI)

Sabato 15 alle 21.15 al Teatro Manzoni in prima regionale la Compagnia Berardi Casolari/Teatro Dell’elfo presenta «Amleto Take Away», di e con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari, musiche Davide Berardi e Bruno Galeone, luci Luca Diani.

PRATO

Quinta nuova produzione del Teatro Metastasio dall’inizio della stagione, da martedì 11 a domenica 16 dicembre al Teatro Fabbrichino e con una replica straordinaria in francese sabato 15 dicembre alle ore 21, arriva «Sicilia», uno dei più grandi successi della compagnia francese La Communauté inavouable che la drammaturga, attrice e regista Clyde Chabot presenta qui nella sua versione italiana (feriali ore 20.45, sabato ore 19.30, domenica ore 16.30). Identità e origini sono i cardini di questo lavoro autobiografico della Chabot, che riunisce il pubblico attorno a un grande tavolo immergendolo in una atmosfera calda e conviviale per cercare di ricostruire la storia della sua famiglia. È un canto sulle orme dei suoi antenati, emigrati alla fine dell’800 dalla Sicilia verso la Tunisia, prima di trasferirsi in Francia negli anni Cinquanta, e un controcanto che sposta ciò che potrebbe sembrare un’indagine genealogica sulla questione politica dell’esilio. Biglietti 10 / 15 euro; info Teatro Metastasio – tel 0574 608501.

PISTOIA

Sabato 15  alle 21 al Teatro Manzoni (via Gramsci 127) per la XV Stagione Sinfonica Promusica gli archi dell’Orchestra Leonore proporranno la versione orchestrale dell’unico componimento di musica da camera del repertorio verdiano, il celebre Quartetto in Mi minore (1873). A seguire, salirà sul podio dell’Orchestra Leonore e del Coro Ars Cantica il Maestro Federico Maria Sardelli, che dirigerà il suo Dixit Dominus, composto in stile vivaldiano, e poi il Gloria RV 588 di Antonio Vivaldi, coevo dell’altro, più conosciuto, Gloria vivaldiano (RV 589): le due versioni, entrambe in Re maggiore, composte negli anni in cui Vivaldi suppliva il toscano Francesco Gasparini alla guida del coro dell’Ospedale della Pietà, sono strettamente imparentate, fino a collimare in alcuni momenti nelle scelte compositive e anche nel materiale musicale utilizzato. Solisti il soprano Elisabeth Breuer, il contralto Alessandra Visentin, il tenore Giuseppe Valentino Buzza. I biglietti per i concerti (da € 5 a € 20) sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Manzoni (0573 991609 – 27112) e online su www.teatridipistoia.it

MONTEPULCIANO (SI)

Montepulciano, l’atmosfera festa inizia il 17 novembre per concludersi il 6 gennaio con il Villaggio di Natale.

TORRITA DI SIENA

Domenica 16 mercatini di Natale anche a Torrita, con stand gastronomici e animazione per bambini.

SIENA

Sabato 15 alle 21.15 e domenica 16 alle 17 al Teatro dei Rinnovati Alessandro Preziosi porterà in scena «Vincent Van Gogh. L’odore assordante del bianco», testo di Stefano Massini, regia di Alessandro Maggi, costumi e scene di Marta Crisolini Malatesta e musiche di Giacomo Vezzani. Una produzione Khora Teatro/TSA – Teatro Stabile d’Abruzzo, che, insieme a Preziosi, vede tra gli interpreti: Francesco Biscione, Massimo Nicolini, Roberto Manzi, Alessio Genchi e Vincenzo Zampa. La prevendita dei biglietti è attiva telefonando, fino a venerdì, ai numeri 0577 292614-15 dell’Ufficio prenotazioni, in fascia oraria 9.30/12.30; oppure collegandosi alla pagina web “Biglietteria teatri e musei” della sezione dei servizi on line del sito www.comune.siena.it.

CHIUSI DELLLA VERNA (AR)

Nel centro storico tutti i fine settimana fino a Natale mercatini natalizi con stand in legno, che vendono prodotti artigianali casentinesi, oltre a dolciumi toscani e nordici.

AREZZO

Dal 17 novembre al 26 dicembre in Piazza Grande ad Arezzo c’è il Villaggio Tirolese, il più grande mercato tirolese d’Italia, con trentaquattro casette di legno e la grande baita.

CORTONA (AR)

Fino al 6 gennaio mercatino in stile tirolese con casette di legno, dalle 11 alle 19.30.

Amici della Musica, concerti di Natale, La tragedia del vendicatore, maggio musicale fiorentino, mercatini di natale, mostre, Musica, Teatro della Limonaia, Teatro della Pergola, week end, West Side Story

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080