Le proteste dei sindacati

Firenze: detenuto romeno aggredisce agente nel carcere di Sollicciano

Il carcere di Sollicciano a Firenze
Il carcere di Sollicciano a Firenze
Il carcere di Sollicciano a Firenze

FIRENZE – Un detenuto di origini romene ha aggredito un agente di polizia penitenziaria nel carcere di Firenze Sollicciano. A rendere pubblica la notizia il segretario generale dell’Osapp (Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria), Leo Beneduci. Un detenuto di origini rumene, al momento della chiusura della socialità – ha spiegato -, non volendo rientrare in cella, aggrediva l’agente di polizia penitenziaria di servizio nella sezione che, a seguito delle cure presso il locale pronto soccorso, ha riportato la lussazione della spalla con sette giorni di prognosi. E’ accaduto ieri sera. “Su tali vicende si sono già più volte allertati i vertici dell’amministrazione penitenziaria e del dicastero della Giustizia – ha concluso Beneduci – ma non sembra che, dichiarazioni di principio a parte, si sia addivenuti ad una qualche concreta soluzione a significare la costante assenza di concretezza della stessa amministrazione e della politica nei confronti dei reali problemi del carcere in Italia

detenuto, romeno, Sollicciano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080