L'intervento dei carabinieri

Arezzo: morta di freddo nell’auto. Che era diventata la sua casa in un bosco

di Redazione - - Cronaca, Top News

Il bosco dove i carabinieri di Bibbiena hanno rinvenuto i due cadaveri

Carabinieri nel bosco

CIVITELLA IN VALDICHIANA (AREZZO) – Il sospetto è che sia potuta morire di freddo nell’auto, posteggiata in un bosco, che era diventata la sua casa.  Questo sarebbe il pensiero degli investigatori sulla fine della 54enne aretina trovata senza vita in località Mariette, nel comune di Civitella in Valdichiana (Arezzo). L’allarme ai carabinieri è arrivato da alcuni conoscenti di Ponticino, dove lei si recava quasi tutti i giorni cercando di trovare da mangiare. Da qualche giorno, la donna non scendeva più in paese. Dopo l’allarme i militari hanno trovato il corpo riverso nell’auto posteggiata nel bosco, al confine con il comune di Pergine Laterina.

Da un primo esame,  la 54enne sarebbe morta da circa 5 giorni, quando le temperature nella zona, la notte, scendevano sotto lo zero.  Sul posto sono stati chiamati i sanitari del 118 che ne hanno solo potuto constatare il decesso. Intorno all’auto i soccorritori hanno ritrovato numerose icone sacre e un presepe realizzato dalla donna probabilmente nel periodo natalizio.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.