L'interessato si era rivolto ai carabinieri

Cecina (Li): anziano ex antiquario arrestato per estorsione dai carabinieri

di Redazione - - Cronaca, Economia

CECINA (LIVORNO) – Anziano minaccia con telefonate anonime una famiglia di imprenditori per estorcere 100.000 euro. I carabinieri lo hanno scoperto e quindi hanno arrestato in flagranza Otello Nardini, 74 anni, ex antiquario, per stalking ed estorsione. È successo a Cecina (Livorno). Le indagini risalgono dal giugno scorso quando i militari hanno accertato che l’uomo, attraverso svariate telefonate anonime e minacce diretta tipo «So chi sei, so dove state, conosco i numeri civici, conosco i vostri spostamenti, vi tengo d’occhio», voleva ottenere 100 mila euro da un imprenditore.

Ma la settimana scorsa è stato lo stesso imprenditore a decidere di rivolgersi ai carabinieri di Cecina che gli hanno suggerito di fingere di accettare la richiesta per cercare di cogliere sul fatto il 74/enne. La trappola dei Cc ha portato all”arresto. L”anziano fino a quel momento aveva contattato la vittima da cabine telefoniche. Dopo un’accurata attività di ascolto delle telefonate i militari hanno riconosciuto la voce di Nardini, personaggio noto per aver gestito in passato un negozio d’antiquariato, e hanno localizzato le cabine telefoniche accertando come l”anonimo fosse proprio lui e che continuava ad intimidire la vittima rinnovando la richiesta estorsiva. Arrivati al giorno stabilito per la consegna del denaro, che l’imprenditore, come pattuito, ha lasciato in una borsa dietro una panchina in via Moro, in una zona buia tra la piscina comunale e i campi da tennis, i carabinieri hanno hanno visto il 74/enne recuperare il bottino e allontanarsi con passo spedito: a quel punto l’hanno circondato e arrestato. Il denaro è stato restituito all’imprenditore e l’ex antiquario è stato trasferito nel carcere di Livorno.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: