Le decisioni dei magistrati mettono a rischio i cittadini

Prato: minaccia avventori con siringa, arrestato. Era stato già fermato, ma subito liberato dal giudice

di Redazione - - Cronaca, Politica

PRATO – Brandendo una siringa ha minacciato gli avventori dei locali e causato attimi di panico tra i loro clienti. E’ successo la notte scorsa nel centro di Prato tra piazza Mercatale e via Garibaldi, nell’area della movida della città. Protagonista un 46enne pratese, già conosciuto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio. Il 30 gennaio scorso rubò un’ambulanza ai volontari impegnati in un servizio sempre in piazza Mercatale. Il 46enne venne inseguito, bloccato in viale Galilei e poi arrestato.

Il giudice aveva convalidato l’arresto ma lo aveva rimesso in libertà. La notte scorsa le persone che si trovavano nella zona hanno cercato rifugio all’interno di due esercizi commerciali ancora aperti mentre un giovane ha cercato di disarmarlo e farlo desistere. Per tutta risposta il 46enne, per i testimoni in stato di agitazione, ha tentato di colpire per almeno 2 volte chi cercava di fermarlo. Il tutto è andato avanti per circa 20 minuti, quando gli agenti delle volanti lo hanno bloccato e arrestato.

E’ sempre la solita storia che si ripete troppo volte, le forze dell’ordine rischiano per arrestare le persone che delinquono e i giudici di manica larga li rimettono subito in libertà. Con la conseguenza di mettere a repentaglio anche l’incolumità dei cittadini. E’ arrivata l’ora di mettere un freno a questa situazione e cambiare legislazione e poteri dei magistrati, nonostante le fiera opposizione della casta.

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: