A Ronaldo e Kean non riesce il miracolo

Champions league: Juve fuori dall’Europa, battuta (1-2) in casa dai giovani dell’Aiax. Inutile il gol di Ronaldo

di Paolo Padoin - - Cronaca, Sport

TORINO – Coppa stregata per la Juve. Per l’ennesima volta fuori prima della finale, neppure Cristiano Ronaldo riesce nel miracolo. Ma in Europa gli arbitraggi sono diversi e le avversarie sono indubbiamente più agguerrite delle deboli e sopravvalutate squadre italiane. Dunque la Juventus, superata in casa, saluta la Champions League: in semifinale ci va l’Ajax che ribalta il vantaggio di Ronaldo con van de Beek e de Ligt grazie soprattutto a un grande secondo tempo e a un gioco più spumeggiante.

Allegri inizia schierando un 4-3-3 con Dybala, Ronaldo e Bernardeschi in attacco. A centrocampo Emre Can, Pjanic e Matuidi. De Sciglio e Alex Sandro esterni, con Rugani e Bonucci a difesa di Szczensy. Mentre Ten Hag risponde col 4-2-3-1 con Tadic punta avanzata e Ziyech, van de Beek e Neres poco dietro. Schone e de Jong davanti alla difesa,
Veltman e Mazraoui esterni con Blind e de Ligt al centro della difesa.

Nel primo tempo la partita è stata combattuta e aperta, la Juve si è portata in vantaggio al 28′ su azione di corner col solito Ronaldo; l’arbitro ha convalidato dopo aver consultato il Var per un presunto fallo di Bonucci che pare non esserci. Ma poi l’Aiax ha cominciato a macinare il suo gioco organizzato e a conquistare metri di campo. Fino al pareggio conquistato al 34′: dopo una conclusione da fuori, van de Beek in area controlla e insacca con un rasoterra. Altro check Var, ma anche stavolta il gol è buono. I lanceri continuano all’attacco, ma la Juventus controbatte e , nonostante 5 minuti di recupero, il risultato non si sblocca.

Nella ripresa riparte l’Aiax e già al 54′ il portiere bianconero si supera salvando su un tiro a botta sicura di Ziyech. Lo stesso Szczesny si ripete al 57′ su un gran tiro a giro di van de Beek, e vola a deviare in angolo. Ma al 67′ lanceri meritatamenti in vantaggio con un gran colpo di testa di De Ligt su azione d’angolo. Ma non è finita, al 74′ Neres si divora il 3-1. Errore di Rugani, quindi palla in area ma il brasiliano colpisce male.

Attacca la Juve alla ricerca del pareggio, ma questa volta neppure Kean può fare il miracolo. E alla fine la Juve chiede pure un calcio di rigore, negato dopo consultazione del var. I bianconeri escono mestamente dall’Arena. Ci riproveranno l’anno prossimo, visto che nel prossimo turno di campionato, contro i viola, conquisteranno matematicamente l’ottavo titolo consecutivo. Ma la Coppa resta sempre una chimera.

TABELLINO

JUVENTUS (4-3-3) Szczesny 7; De Sciglio 5.5 (64′ Cancelo 4.5), Bonucci 4.5, Rugani 5, Alex Sandro 5; Emre Can 6, Pjanic 4.5, Matuidi 5.5; Bernardeschi 4 (80′ Bentancur s.v), Dybala 5 (46′ Kean 5.5), Cristiano Ronaldo 6.5. Allenatore: Allegri

AJAX (4-2-3-1) Onana 6; Veltman 7, De Ligt 8, Blind 7.6, Mazraoui s.v. (10′ Sinkgraven 6.5 (82′ Magallan s.v.); Schone 7, De Jong 7; Ziyech 5.5 (88′ Huntelaar s.v.), Van De Beek 8, Neres 7; Tadic 7. Allenatore: ten Hag

Arbitro: Turpin

Ammoniti: Emre Can, Ronaldo

MARCATORI: 28′ Ronaldo, 34′ Van de Beek, 67′ De Ligt

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.