Dalla Svezia emerge un'altra 15enne da battaglia

Dalla Svezia arriva Izabella, 15 anni, l’antidoto a super Greta, l’ambientalista, osannata in tutto il mondo

di Ezzelino da Montepulico - - Cronaca, Cultura, Lente d'Ingrandimento, Politica

Sono ancora in corso gli osanna, anche eccessivi, alla giovane Greta Thunberg, diventata il simbolo e l’idolo degli ambientalisti di tutto il mondo, citata con ammirazione da papa Francesco, capi di Stato, Parlamento europeo e soprattutto dai giovani. Ma ecco che dalla stessa Svezia arriva il contraltare a Greta, del tutto diversa da lei sia fisicamente che per impostazione ideologica.

Il nuovo simbolo svedese, di tutt’altra tendenza, che si contrappone a Greta si chiama Izabella Nilsson Jarvandi,  ha 15 anni e ha tutti i numeri per diventare l’eroina dei sovranisti, visto che e si batte contro l’immigrazione e l’ideologia gender. ma che presumibilmente non godrà della stessa fama e popolarità di Greta, soprattutto fra i giovani. Sul suo profilo Twitter si definisce «una giovane attivista politica contro il globalismo, che cerca la verità e la giustizia per la mia amata Svezia».

Jarvandi, lunghi capelli neri e occhi scuri, ha tenuto comizi pubblici davanti ai palazzi del potere svedesi ed è attivissima sui social. Denuncia quello che definisce «il genocidio del popolo svedese», dovuto alle politiche liberali del suo paese verso l’immigrazione. E’ anche favorevole a politiche per la famiglia e combatte la cosiddetta ideologia gender, quella che sostiene che le differenze di comportamento fra maschi e femmine derivano dall’educazione.

A marzo l’attivista quindicenne è stata protagonista di un durissimo dibattito su Twitter contro quello che ha definito «l’indottrinamento gender nelle scuole svedesi». Ha parlato di «testi assurdi, i cui protagonisti sono una ragazza con un pene, un ragazzo con una vagina o individui che sono al tempo stesso un maschio e una femmina». La bestia nera di Izabella sono gli intellettuali liberal di sinistra e l’ideologia del politically correct. Per questo è diventata popolarissima negli ambienti della destra sovranista e degli integralisti cristiani. La giovane attivista ne ha anche per Greta Thunberg: «Se non sei nemmeno abbastanza uomo o donna per difendere la tua gente – ha scritto sui social -, allora come diavolo dovresti essere lì per il resto del mondo?».

Onestamente credo molto poco alla genuinità della nascita improvvisa e della popolarità di questi personaggi «innocenti», che da subito hanno una forte presa politica e morale sulla gente, sulla politica e sui mass media. Prima o poi forse si scoprirà che sono eterodiretti. Ma crediamo che nessun Papa, nessun politico che si autodefinisce democratico e nessun Parlamento, tanto meno quelli europeo e Italiano, attribuiranno gli stessi onori o citeranno come un’eroina la giovane Izabella, non politicamente corretta, non bionda, senza treccia, che soprattutto sta dalla parte sbagliata e difende ideologie e teorie da combattere assolutamente, a detta dei grandi opinion maker della politica, del mondo sociale e, non ultimo, di quello religioso.

Tag:, , ,

Ezzelino da Montepulico

Ezzelino da Montepulico

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.