Skip to main content

Forlì: Salvini parla alla folla dallo stesso balcone di Mussolini. Contestazioni e critiche

FORLI’ – Il tour di Salvini in Emilia Romagna si è concluso a Forlì dove, a causa della pioggia, il vicepremier ha parlato alla folla riunita nella piazza del Comune affacciandosi al balcone del municipio, lo stesso dal quale a suo tempo Mussolini aveva assistito all’uccisione dei partigiani e aveva parlato alla piazza. Mentre Salvini parlava ai suoi sostenitori, i centri sociali hanno cominciato a intonare la canzone partigiana «Bella Ciao». La piazza era divisa tra sostenitori e oppositori sia fisicamente da un cordone che dai cori: una parte gridava «buffone» e «vergogna», l’altra incitava il leader del Carroccio intonando «Matteo!, Matteo!».

Aspri i commenti delle opposizioni. Il Presidente toscano Enrico Rossi: «Ieri a Forlì ha improvvisato un comizio dal balcone del Comune. Guarda caso lo stesso affaccio dal quale Mussolini aveva assistito all’uccisione di alcuni partigiani. La verità è che Salvini cerca intenzionalmente la rima con il fascismo. Non può risentirsi se poi qualcuno lo paragona a Mussolini».

Scrive su Fb il sindaco di Forlì, Davide Drei: «Quello a cui Forlì assiste in questo momento è qualcosa di penoso. Usare il balcone del Municipio su piazza Saffi per parlare a una (per la verità scarsa) platea di un comizio sembra scimmiottare le adunate anteguerra del regime».

balcone, Comune, Forlì, Mussolini, Salvini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741