Le previsioni dei meteorologi di 3bmeteo.com

Meteo: caldo africano da sabato 8 giugno. Anche a Firenze (30-32 gradi)

di Ernesto Giusti - - Approfondimento, Cronaca, Economia

ROMA – Arriva il caldo africano. Anche a Firenze. Qualcuno dirà: era ora. Ma le temperature repentinamente alte possono provocare malesseri. Per questo è bene prepararsi, almeno mentalmente al cambiamento, ricordando che fino a due settimane fa avevamo addosso il piumino. «Aria calda è prevista risalire l’Italia dal Nord Africa, nel weekend di sabato 8 e domenica 9 giugno. Ed è confermata la prima ondata di caldo dell’Estate 2019», assicurano i meteorologi di 3bmeteo.com.

In  particolare, dichiarano gli esperti, avremo sulle aree interne del Centrosud i valori massimi diurni supereranno in maniera diffusa e abbondante i 30°C. Su alcune zone interne di Puglia, Basilicata, Sardegna, Calabria e Sicilia tra sabato e domenica si potranno toccare punte di 33-34°C, e non si esclude qualche picco superiore anche ai 35°C. Caldo estivo al Nord e Toscana, con valori prossimi ai 30-32°C. E si aggiungerà anche l’afa, che si fara’ sentire soprattutto nei grandi centri urbani tra il pomeriggio e la sera, nonchè lungo le coste dove tuttavia le temperature si manterranno piu’ basse, complici tese brezze marine che si innescheranno entro le ore centrali della giornata. Qui, infatti, le massime potranno non superare i 26-27°C, salvo casi locali.

La coperta anticiclonica risulterà corta al Nord, dove ci sarà la possibilità di qualche rovescio o temporale in particolare su Alpi e Nordovest dove non si esclude qualche fenomeno anche intenso – avverte Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com – Sulla Liguria, invece, rimarrà attiva una certa variabilità, con nubi che a tratti potranno interessare le coste a causa del mare ancora freddo, con un contesto climatico dunque piu’ fresco.Tra le citta’ piu’ calde nei prossimi giorni, come detto, anche Firenze, oltre a Caltanissetta, Roma, Frosinone, Perugia, Bologna, Mantova, Rovigo, Trento, Bolzano. Tra le aree più fresche .invece, quelle lungo i settori costieri, in particolare versante adriatico e riviera ligure, ma in generale anche il Piemonte, specie occidentale e la Valle d’Aosta, che sarà la regione più fresca di tutte.

 

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: