La Ong se la prende anche coi tedeschi

Migranti: 50 Comuni tedeschi pronti a ospitare quelli della Sea Watch. Che attacca anche il governo tedesco

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

BERLINO – Sono oltre 50 i comuni della Germania che hanno manifestato la propria disponibilità ad entrare a far parte di una rete di accoglienza dei migranti salvati nel Mediterraneo: ad annunciarlo è stato un portavoce del ministero dell’Interno di Berlino, precisando che le città che si sono rese disponibili lo hanno comunicato per iscritto. La nave della Ong tedesca Sea-Watch, che l’11 giugno ha salvato 53 persone al largo della Libia, e cui è stato vietato l’ingresso nelle acque territoriali italiane, resta ferma al largo di Lampedusa con 43 persone a bordo dopo che due giorni fa è stato autorizzato lo sbarco di 10 persone, tre minori, tre donne di cui due incinta e due accompagnatori, due uomini malati. Sea-Watch ha intanto criticato il governo tedesco, accusandolo di restare immobile in attesa di una soluzione europea. “La Germania è chiamata” in causa, ha dichiarato il portavoce Ruben Neugebauer, accusando il ministro dell’Interno Horst Seehofer di bloccare il raggiungimento di una soluzione. Neugebauer ha poi esortato gli altri stati europei ad impegnarsi sul caso con il coordinamento della Commissione

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.