Le dichiarazioni del procuratore

Caos procure: Greco, procuratore Milano, logiche romane estranee ai magistrati del Nord

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

MILANO – Il procuratore della Repubblica Francesco Greco nel commemorare oggi a Milano Walter Mapelli, il procuratore di Bergamo morto lo scorso aprile, ha fatto anche un accenno alla bufera sul Csm generata dall’inchiesta sull’ex presidente dell’Anm Luca Palamara. E lo ha fatto riferendosi proprio alla nomina di Mapelli a Bergamo dicendo che quel «mondo che vive nei corridoi degli alberghi e nelle retrovie della burocrazia romana e che non ci appartiene e non appartiene ai magistrati del Nord, ci ha lasciato sconcertati». Sconcerta piuttosto la generalizzazione fatta dal procuratore, con un ragionamento di puro stampo leghista, che criminalizza e squalifica i colleghi di Roma (ricordate la Roma ladrona di Bossi?). Un altro esempio del caos in cui è piombata la magistratura, che ha bisogno, al suo interno, di urgenti riforme e regole precise.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.