Larissa Iapichino, record nel lungo: 6,64 (meglio della mamma Fiona May). E’ top mondiale

Larissa Iapichino

AGROPOLI (SALERNO)  – La sua mamma, Fiona May, a 16 anni non saltava così in lungo. Mentre lei, Larissa, fiorentina, va oltre ogni aspettativa battndo il record italiano under 18. Con un formidabile 6,64 (+0.2) nel lungo realizza il primato nazionale under 18 e anche under 20, superando all’ultimo tentativo il limite di Maria Chiara Baccini (6,55 nel 1998). Per la doppia figlia d’arte (di Gianni Iapichino e, appunto, e Fiona May) è la migliore prestazione mondiale U20 dell’anno. Una gara spettacolare in cui la portacolori dell’Atletica Firenze Marathon cresce quattro volte con una progressione che ha entusiasmato il pubblico: 6,44 (vento -1.0) e 6,49 (-0.2) nei primi due salti, poi al quinto arriva a un centimetro dal record con 6,54 (+0.3), fino al clamoroso balzo che vale anche l’ingresso nella top ten italiana di sempre, all’ottavo posto.

Nella qualificazione di ieri, venerdì 22 giugno, si era portata a 6,39, incrementando il primato personale di 6,38 ottenuto nella scorsa stagione, e quindi l’allieva, allenata da Gianni Cecconi e Ilaria Ceccarelli, si migliora in tutto di 26 centimetri durante la rassegna tricolore, quando manca meno di un mese agli Europei under 20 di Boras (Svezia, 18-21 luglio). Nel martello Rachele Mori (Atl. Livorno) domina la gara e all’ultimo turno piazza un lancio a 68,43 per avvicinare il suo primato di 69,00 con cui e’ diventata di recente la seconda allieva di sempre. Un cognome vincente: lo zio è Fabrizio, ex iridato dei 400 ostacoli.

fiona may, Gianni Iapichino, Iapichino, Larissa, record italiano, salto in lungo


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080