Sea Watch: Guardia Finanza prende atto scuse capitana. Militari danno esempio a politici schierati

La Sea Watch schiaccia la motovedetta contro il molo

AGRIGENTO – «Prendiamo atto delle scuse. Si è resa conto che ha causato un danno, ha riconosciuto, come si fa tra la gente di mare, di aver creato una situazione che non avrebbe voluto causare». Lo ha detto il generale Alessandro Carrozzo, Comandante del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Palermo, commentando all’Adnkronos le scuse di Carola Rackete, capitana della nave Sea Watch 3, per la collisione con una motovedetta delle fiamme gialle nel porto di Lampedusa. L’equipaggio della motovedetta della Guardia di Finanza ha ricevuto
questa mattina la visita dello stesso gen. Carrozzo e del gen. Riccardo Rapanotti, comandante regionale Sicilia della Guardia di Finanza. «Abbiamo voluto sottolineare, anche con la nostra presenza a Lampedusa, quanto la linea gerarchica della Guardia di Finanza abbia apprezzato il loro comportamento professionale e serio», ha spiegato
il Comandante del Reparto Operativo Aeronavale siciliano delle fiamme gialle.

guardia finanza, motovedetttya, sea watch


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080