Intervista dell'ex premier a Repubblica

Renzi: critica al Pd, sbagliato esasperare problema migranti e accantonare ius soli

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

ROMA – Renzi prova a fare il padre nobile del Pd, in concorrenza con Prodi, e ammette gli sbagli compiuti dal partito (ma anche da lui): «Troppa esasperazione sul tema degli sbarchi, poco coraggio sullo ius soli». Matteo Renzi, in una lunga lettera indirizzata a Repubblica (guarda caso), riconosce come il declino del partito di cui era segretario inizia «quando si esaspera il tema arrivi dal Mediterraneo e allo stesso tempo si discute lo Ius soli senza avere il coraggio di mettere la fiducia come avevamo fatto sulle unioni civili. Si tratta di una geometrica dimostrazione d’impotenza: allarmismo sugli sbarchi, mancanza di coraggio sui valori. Il successo di Salvini inizia li. La questione dei flussi migratori nel Pd l’abbiamo sopravvalutata quando nel funesto 2017 abbiamo considerato qualche decina di barche che arrivava in un Paese di 60 milioni di abitanti, ‘una minaccia alla democrazia.L’Italia non ha un’emergenza immigrazione – spiega – ma tre emergenze gravissime: denatalità, legalità, educazione. La prima è la più preoccupante: un paese senza figli è un paese senza futuro. E paradossalmente non ne usciamo neppure con gli immigrati. La demografia segna la fine della civiltà, non qualche migliaio di rifugiati che sbarcano nel Mediterraneo. E nel resto d’Europa ‘l’invasione’ che paventano i populisti nasce dalle culle, non dai barconi. Bisogna aumentare i fondi della cooperazione  internazionale (cosa che noi abbiamo fatto, la Lega no). Bisogna investire in Africa senza lasciare che lo faccia solo la Cina. Bisognaimplementare la strategia energetica del sud, dall’ Egitto al Mozambico».

Con queste parole Renzi cerca di raggiungere il suo scopo, far perdere ancora voti al Pd di Zingaretti. Tant’è vero che arriva a stretto giro di posta la replica di Calenda: «Molte parti condivisibili ma non l’attacco a Paolo Gentiloni e Minniti. A prescindere dal fatto che i provvedimenti sono tutti stati votati dal Pd di cui eri segretario, sai benissimo che l’emergenza c’era e come. Fino a 2016 inoltrato i migranti entravano in Italia». Così Carlo Calenda, in un tweet,
replicando alla lettera di Matteo Renzi a Repubblica.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: