Migranti: in 42 sbarcano da uno yacht. Arrestati due presunti scafisti russi

REGGIO CALABRIA  – Prima dell’alba di oggi, 22 luglio, una barca a vela, una yacht di quasi 125 metri, in ottime condizioni, con bandiera tedesca, presumibilmente rubata, è riuscita a giungere, incagliandosi a pochi metri dalla spiaggia, nei pressi di Roccella Jonica, in provincia di Reggio Calabria. Lì,
confusasi con le numerose imbarcazioni presenti durante la stagione estiva, ha sbarcato i 42 migranti che trasportava. E’ stato un pescatore a dare l’allarme attorno alle ore 8: i finanzieri della Sezione operativa navale di Roccella Jonica sono immediatamente intervenuti in mare con una motovedetta e a terra con delle pattuglie. Mentre la motovedetta recuperava l’imbarcazione, ormai vuota, i militari a terra hanno individuato due sospetti di nazionalità russa che cercavano di dileguarsi sulla strada statale.

Dai primi accertamenti delle forze dell’ordine, i due uomini sembrerebbero essere gli scafisti che hanno condotto la barca a vela, appunto uno yacht di quasi 15 metri in ottime condizioni, dalla Turchia, da cui sarebbero partiti una settimana fa, all’Italia. Le forze dell’ordine hanno rintracciato 42 migranti – di cui 32 adulti, 4 donne e 6 minori -, che sono stati condotti nelle strutture di accoglienza per l’assistenza necessaria e gli approfondimenti investigativi necessari per assicurare alla giustizia i responsabili.

guardia di finaza, scafisti russi, yacht


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080