Nuova richiesta della Ong

Ocean Viking chiede sbarco donna incinta e intanto vira a Nord, verso l’Italia

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

La nave Ocean Viking

MALTA – OceanViking ha inoltrato alle autorita’ marittime di Italia e Malta una richiesta di evacuazione medica per la donna incinta di nove mesi soccorsa l’8 settembre. E’ una misura precauzionale per potenziali complicanze che potrebbero insorgere durante un parto a bordo. Lo scrive su Twitter Medici Senza Frontiere, che con la ong Sos Mediterranee gestisce la nave in attesa di un porto sicuro dal 31 agosto. La OceanViking, si legge inoltre, ha virato verso nord per avvicinarsi alla possibile posizione dell’evacuazione medica e ridurre la distanza che verrebbe percorsa in elicottero per portare la donna in un ospedale sulla terraferma”. Verso Nord vuol dire verso l’Italia, le navi Ong continuano nella loro strategia, consapevoli che ormai esiste una maggioranza favorevole alle loro attività e una magistratura che permette gli ingressi.

Intanto Axel Steier, responsabile della ong tedesca Lifeline, che nei giorni scorsi ha salvato oltre cento persone a bordo della nave ‘Eleonore, avanza una proposta. «La soluzione giusta per la Ocean Viking sarebbe quella di fare scendere, con una motovedetta della Guardia costiera, gli 84 migranti a bordo, portarli a riva e poi farli salire su un aereo e portarli in Germania». Steier, in una intervista all’Adnkronos, spiega che «la Germania ha i fondi necessari per potersi occupare dei migranti che si trovano sulla Ocean Viking – dice – L’importante è farli scendere dalla nave, non possono essere tenuti ancora sulla nave, come è accaduto con la nave ‘Eleonore’. Mi auguro che il nuovo governo operi in discontinuità con quello precedente».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail