Cosa fare di giorno e di sera

Week end 25-26 gennaio a Firenze e in Toscana: spettacoli, eventi, mostre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

FIRENZE

Daniele-Gatti-Gatti al Maggio – Sabato 25 alle 20 Daniele Gatti Al Teatro del Maggio (pPiazzale Vittorio Gui) dirige l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino nella Sinfonia n. 6 in la minore, meglio nota come la Tragica, di Gustav Mahler. Il concerto è l’omaggio tributato dal Teatro, dall’Orchestra del Maggio e dallo stesso maestro Gatti a Piero Farulli, violista e fondatore della Scuola di Musica di Fiesole, a 100 anni dalla nascita. Galleria esaurita; rimasti biglietti in platea da 50 a 80 euro, in vendita anche sul sito del Maggio

«Arlecchino servitore di due padroni» – Al Teatro della Pergola (Via della Pergola, 18, Firenze) sabato 25 alle 20.45 e domenica 26 alle 15.45 il regista Valerio Binasco infrange la tradizione con un «Arlecchino servitore di due padroni» di Carlo Goldoni che guarda più alla Commedia all’italiana che alla Commedia dell’arte, dando voce a un’umanità vecchio stampo, paesana e arcaica, che ha abitato il nostro mondo in bianco e nero. Nel ruolo di Arlecchino, Natalino Balasso. La produzione è del Teatro Stabile di Torino. Durata: 2h e 10’, intervallo compreso. Biglietti da 13 a 37 euro; info 055.0763333 al lunedì al sabato 9.30 / 18.30. Circuito BoxOffice Toscana e online Ulteriori info www.teatrodellapergola.com

Il «Trio di Parma»Amici della Musica – Giuseppe Albanese sabato 25 salirà sul palco del Teatro della Pergola per il concerto pomeridiano, alle 16, mentre la mattina alle 11.30, terrà un incontro-concerto. Titolo di entrambi: Invito alla danza: il fascino delle melodie di noti balletti di Ottocento e inizio Novecento va di pari passo con le difficoltà tecniche riscontrabili nelle trascrizioni per tastiera, in cui il pianoforte ne esce esaltato come strumento sinfonico dalle infinite possibilità timbriche. In programma Carl Maria von Weber nella trascrizione di Carl Tausig, e trascrizioni da Coppélia di Delibes, della Suite dello Schiaccianoci di Čajkovskij nella difficilissima versione di Mikhail Pletnev e dell’Uccello di fuoco di Stravinskij firmata da Guido Agosti; infine Debussy e Ravel. Domenica 26 alle 21 al Saloncino della Pergola il Trio di Parma torna per un concerto che al contempo è un omaggio all’arte di Robert Schumann, di cui ascolteremo Trio n. 1 in re minore op. 63 e il Trio n. 2 in fa maggiore op. 80, e alla memoria di Piero Farulli, leggendario violista del Quartetto Italiano nonché fondatore e direttore della Scuola di Musica di Fiesole. Ivan Rabaglia suona un violino Santo Serafino costruito a Venezia nel 1740 (gentile concessione della Fondazione Pro Canale onlus) ed Enrico Bronzi un violoncello Vincenzo Panormo costruito a Londra nel 1775. Biglietti in vendita al Teatro della Pergola, presso il circuito regionale Box Office e online su www.ticketone.it

La locandiera – Al Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze tel. 055/422.03.61) sabato 25 alle 21 la Compagnia Proxima Res inscena una ricercata, bizzarra e sicuramente non banale versione de «La Locandiera» di Goldoni. Sui toni di bianco della scena gli attori Caterina Carpio, Caterina Filograno, Tindaro Granata, Mariangela Granelli, Fabio Marchisio, muovono delle bamboline in legno e dialogano con loro, a rappresentazione di ciò che accadrà nella commedia, così come faceva Goldoni da bambino con le poupettes che usava per inventarsi delle storie nel teatrino di casa sua. Il regista Andrea Chiodi ha immaginato una Mirandolina con poche moine e molto cervello, un Don Giovanni al femminile, una donna interessata più a una carriera da libertino che alla sua locanda. Biglietti 16 / 14 euro.

Pinocchio in musical, su Bennato – Al Teatro Verdi (via Ghibellina 99) sabato 25 alle 20.45 e domenica 26  «Pinocchio reloaded: musical di un burattino senza fili», rivisitazione surreale e pinteriana del racconto di Collodi. Musiche Edoardo Bennato, regia Maurizio Colombi. Speciale collaborazione fra la mostra a Villa Bardini e il Musical al Teatro Verdi: consegnando il biglietto di ingresso della mostra in biglietteria al Teatro Verdi si potrà fruire di uno sconto del 50% per l’acquisto del biglietto per lo spettacolo. Invece, presentando il biglietto dello spettacolo si potrà visitare gratuitamente Villa Bardini. Biglietti da 31 euro.

Florence Swing Camp – Sabato 25 e domenica 26 ultimi giorni della quarta edizione del Florence Swing Camp” organizzato da Tuballoswing (via Baracca 1f), che richiama nel capoluogo toscano appassionati di swing per ballare Lindy Hop, Charleston, Solo Jazz, Balboa e Shag; lezioni durante il giorno con insegnanti internazionali e serate con esibizioni, show, musica dal vivo e special guest. Ci sarà spazio anche per il corso Swing per bambinin e per quello di Burlesque o di Tip Tap con Eva Agostinelli. Coinvolgimento degli allievi nello spettacolo finale: le lezioni del sabato e della domenica saranno finalizzati anche all’imparare una coreografia da inserire nello show preparato dagli insegnanti venuti dalla Svezia. Info florenceswingcamp.it

Aspettando la Giornata della Memoria – Domenica 26 alle 11 performance letteraria e musicale al MAD Murate Art District (Piazza delle Murate) in occasione del Giorno della Memoria;  l’Associazione culturale La Nottola di Minerva presenta «Neve di carta. Racconto musicale», lettura animata con musica dal vivo a cura di Letizia Fuochi e Francesco Cusumano. Saranno presenti Daniel Vogelmann (casa editrice Giuntina) e David Liscia (Presidente della Comunità Ebraica di Firenze). Alex e Letizia, entrambi undicenni, si raccontano dentro un intreccio spazio temporale, dalla Polonia del 1942 alla Firenze del 1988. La cultura, la musica, le leggende della storia ebraica vengono illustrate attraverso le emozioni di chi ha vissuto in tempi e modi diversi le vicende di uno dei popoli più affascinanti e antichi della terra. Un recital per mantenere vive le voci di tutti coloro che un giorno d’inverno, si sono trasformati in piccoli fiocchi di neve di carta. In chiusura dello spettacolo un’anticipazione dell’ultimo libro in uscita di Paolo Ciampi «I treni di Nina»(Betti editrice) con le letture dal vivo a cura di Letizia Fuochi. Sabato 25 alle 18 alla Libreria Libraccio – Seeber (Via Cerretani) presentazione della riedizione del libro«Il Passaggio – Firenze 1944»di Leonardo Gori, con Marco Vichi, Giulio Manetti e Francesco Chiacchio. Letture a cura della cantautrice Letizia Fuochi.

Diario sentimentale di un giornalista – Beppe Severgnini sabato 25 alle 21 è al al Teatro Puccini (via delle Cascine 41) con «Diario sentimentale di un giornalista», messinscena musicale tratta dal libro “Italiani si rimane” (BUR Rizzoli), con Serena Del Fiore alla consolle. Un viaggio dentro al cambiamento personale, professionale, nazionale e musicale. Un viaggio ironico, delicato e istruttivo: dalla scuola di Montanelli a via Solferino, dal primo articolo per ‘La Provincia di Cremona’ al ‘New York Times’, dai libri alla radio, dalla televisione all’attuale direzione di ‘7-Corriere della sera’. ‘Italiani si rimane’ (BUR Rizzoli), il nuovo libro di Beppe Severgnini arriva sul palcoscenico. Posto unico numerato € 20 (diritti di prevendita esclusi); circuito regionale Box Office/Ticketone. Acquisto on line su www.teatropuccini.it. Informazioni: 055.362067 – 055.210804

Micah P. Hinson – Protagonista del secondo appuntamento di LoudLift Live è Micah P. Hinson, tra i più noti cantautori folk del panorama mondiale che ha scelto Manifattura Tabacchi per l’unica data italiana sabato 25 alle 19 nel LoudLift di Manifattura Tabacchi (via delle Cascine 33; all’interno di B9). Una performance ricca di sonorità folk e testi densi di vita vissuta che raccontano il profondo sud degli Stati Uniti d’America. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

Romeo e Giulietta con l’ORT per ragazzi – Appuntamento per famiglie al Teatro Verdi (via Ghibellina 99) sabato 25 alle 16.30 col «Romeo e Giulietta» della Compagnia PER POC di Barcellona.  La storia è quella del dramma di William Shakespeare, la musica quella del balletto di Sergei Prokof’ev. L’opera di Shakespeare è stata trasformata in uno spettacolo per marionette. Dei 52 temi in partitura di Prokof’ev, sono stati selezionati i 15 – eseguiti dall’ORT diretta da Carlomoreno Volpini – che più aiutano a raccontare la storia, adattata in un testo per narratore e orchestra. In questa occasione la voce sarà quella dell’attrice fiorentina Annamaria Guerrini, già conosciuta dal pubblico dei più piccoli per le molte collaborazioni con l’ORT. Posto unico € 5 bambini, € 8 adulti; biglietteria del Teatro Verdi di Firenze (Via Ghibellina, 97 – Firenze) dal lunedì al sabato 10-13 e 16-19 e online su www.teatroverdifirenze.it Non è prevista prenotazione telefonica.

Fondazione Zeffirelli – Sabato 25 alle 11 la visita al Museo a cura dello staff interno, come ogni ultimo sabato del mese. I visitatori saranno guidati anche tra le creazioni di Alta Moda e i bozzetti di Renato Balestra, nell’esposizione temporanea Celeblueation, allestita fino al 2 febbraio nella Sala Musica della Fondazione Zeffirelli (guida gratuita compresa nel costo del biglietto intero del Museo, 10€ – prenotazione obbligatoria). Domenica 26 gennaio appuntamento con la «Domenica delle famiglie, alla scoperta del Museo Zeffirelli», in programma per Il set e la scena: l’arte dello spettacolo di Franco Zeffirelli. Alle 10 partono le visite per grandi e piccoli, guidate dal personale del Museo. Alle 11 laboratorio gratuito a cura dell’Associazione Culturale Teatrolà, dove i bambini metteranno in scena un’opera teatrale realizzando scenografie e costumi (ingresso gratuito per i bambini, mentre per i genitori il costo del biglietto è di 7€ anziché 10€ – prenotazione obbligatoria; info e prenotazioni biglietteria: tel. 055 2658435 – https://www.fondazionefrancozeffirelli.com/).

Demented Are Go  – All’Auditorium FLOG W Live (Via M. Mercati 24/b, www.auditoriumflog.com) sabato 25 dalle 21.30 Demented Are Go in concerto. Follia tutta gallese per gli storici esponenti dello Psychobilly più devastante in circolazione. Opening: Partners in Crime. Segue RockDance Dj Set con Dr. LORENZ. Ingresso € 13/ € 10 + d.p. su TicketOne

Careggi in Musica – Domenica 26 alle 10.30 appuntamento con la stagione concertistica Careggi in Musica, organizzata dal 1999 da A.Gi.Mus. Firenze in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi. Concerti ad ingresso libero, che hanno la caratteristica di essere fruibili sia dal pubblico esterno, sia da degenti, familiari e coloro che già si trovano all’interno dell’ospedale. Presso l’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi a Firenze (Largo Brambilla 3, padiglione 3), si esibirà in concerto la giovanissima violinista Flavia Napolitano, accompagnata al pianoforte da Angelo Aliberti.

Freud al Cirkoloco  – Al Cirkoloco presso la palazzina Exfila al Gignoro sabato 25 gennaio alle 21 parte la rassegna teatrale “Tenerezze” con lo spettacolo “Dora, Schreber e i Topi” – Tre casi che hanno fatto la storia della psicoanalisi. Lo spettacolo tre casi clinici di Freud, portando le forze dirompenti di una psicopatologia che rappresenta l’umano nei suoi eccessi, spaesamenti e deliri, un umano perso nel labirinto della propria mente e della propria anima. Dagli intrighi familiari di Dora, alle ossessioni battenti dell’Uomo dei topi, alla paranoia mistica del presidente Schreber. Il testo di Chiara Guarducci è diretto ed interpretato da Laura Cioni con gli oggetti di scena di Olimpia Bogazzi. Ingresso 10 euro con tessera Arci, Uisp, Legambiente, Slowfood.

Ultime due repliche, per il testo immortale di Harold Pinter.
Una penna per un pensiero unico di visione del Teatro.

Pinter al Reims – Al Teatro Reims sabato 25 alle 21 e domenica 26 alle 17 «Il Calapranzi» di Harold Pinter. Prevendita su TicketOne https://www.ticketone.it/biglietti.html… o circuito Boxoffice Toscana o alla cassa un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. www.teatroreims.it

Giochi di ruolo – Sabato 25 e domenica 26 al TuscanyHall (Lungarno Aldo moro 3) terza edizione di RPG: Role play gathering, l’evento di giochi di ruolo a entrata gratuita. Due giorni di sessioni continue tenute da dimostratori, autori, editori e ospiti, anche internazionali. Non è necessario prenotare. All’interno della struttura bar attrezzato per pranzo, cena e spuntini. Per info: 366 8137504. Eventi collaterali: sabato dalle 21 a mezzanotte circa si svolgerà un live lite, in una versione più leggera e adatta a una sessione di tre ore circa senza bisogno di preparazione da parte dei giocatori. Nessuna scheda, nessun regolamento, nessuna arma, solo ruoli e interazioni tra pg e png. Lo Sprawl sarà ricreato nella sala al primo piano, sopra il bar del Tuscany Hall durante l’RPG – Role Play Gathering. Eta consigliata: 16+ Dress code: consigliato a tema Cyberpunk, ma non vincolante.

Mercatini vintage e no – Sabato 25 e domenica 26 alla Manifattura Tabacchi (via delle Cascine 33) c’è VinoKilo: un gruppo di amici gira l’Europa portando con sé abbigliamento vintage e buona musica. Le migliori marche degli anni ’60, ’70, ’80 e ’90 saranno in vendita al chilo (40 euro). L’ingresso al mercato è di 3 euro. Ottima qualità dei vestiti con ampia scelta di taglie e colori; borse di pelle, cinture, sciarpe in lana e molto altro. Dj set e Area relax.  In contemporanea, alla Fortezza da Basso c’è la Vintage selection (ingresso 5 euro, collegata a Pitti filati). Domenica 26 il mercatino del vintage Pimp my Vintage è La sartoria di Anna e Gianni, un’antica sartoria cittadina in via della Scala: dagli occhiali da sole ai cappotti, ma anche scarpe e borse. Sabato 25 in  Piazza dei Ciompi mercato dei fiori e dei fumetti.

lorence Ice Village – Ai giardini della Fortezza, lato vasca, fino al 29 febbraio 2020 c’è Florence Ice Village: pista di pattinaggio su ghiaccio di 320 metri intorno alla vasca, mercatini, villaggio di Babbo Natale. Dalle 10 del mattino a mezzanotte. Col biglietto si hanno un paio di pattini a nolo e un’ora in pista.

Firenze Winter Park – Fino al 23 Febbraio 2020 nel giardino del Tuscany Hall (via Fabrizio de André angolo, Lungarno Aldo Moro, 3) c’è il Winter Park, aperto sabato e domenica dalle 10.30 alle 24. L’impianto è composto da una pista di pattinaggio principale “master” coperta di 18 metri x 38 metri e una pista “river” di 10 metri x 20 metri, sempre coperta, pensata per i più piccoli e per i principianti, sulla quale sarà possibile praticare l’Ice Stock uno sport della stessa famiglia del Curling adatto a grandi e piccini, che non richiede l’utilizzo dei pattini. Ristorante e tavola calda. Info 334 6035780

Mostre – Fino al 2 febbraio 2020 al piano terreno del Museo Archeologico Nazionale di Firenze (Piazza della Santissima Annunziata, 9b; orario: martedì-venerdì 8.30-19, sabato, domenica e lunedì 8.30-14) c’è «Mummie. Viaggio verso l’immortalità», con oltre 100 reperti provenienti dai magazzini del nostro Museo Archeologico, il secondo in Italia per importanza dopo quello di Torino (e il decimo in tutto il mondo). La mostra, che illustra il rapporto degli Egizi con il mondo dell’Aldilà, viene da un lungo tour in Europa e in Cina. Da un’idea di Maria Cristina Guidotti, direttrice della sezione egizia, che ha studiato le mummie, restaurato numerosi pezzi e scoperto la bellezza di un sarcofago come quello del sacerdote Padimut, con la ricca decorazione delle dinastie XXI e XXII (1069-656 a.C.). La statua del sacerdote Henat, che indossa una veste di foggia persiana, testimonia il dominio sull’Egitto dell’Impero Persiano (525-404 a.C.); ci sono amuleti, scarabei e vasi canopi per conservare gli organi del defunto, gioielli, cesti e vassoi di fibra vegetale che sembrano intrecciati oggi, la cassetta dipinta che ospitava gli ushabti (piccole statue del corredo funebre) dello scriba Nekhtamontu vissuto nel Nuovo Regno (1559-1070 a.C.). Da una testa mummificata attraverso la TAC è stato possibile ricostruire il volto.

Dal 12 dicembre 2019 al 26 gennaio 2020 Palazzo Medici Riccardi (via Cavour 3) ospita nelle Sale Fabiani «Il colore dei miei giorni», la personale dedicata all’opera di Danièle Lorenzi Scotto (1936), organizzata grazie al supporto del Swiss Lab for Culture Projects, a cura di Claudio Strinati e con il contributo di Cristina Acidini. Gli oltre 70 dipinti esposti ripercorreranno, soprattutto attraverso ritratti, l’intera avventura umana e creativa di quest’artista monegasca di origini italiane, che si lega alle vicende culturali e artistiche del secondo Novecento, prendendo avvio alla metà degli anni Cinquanta del secolo scorso proprio a Firenze. Tutti i giorni ore 9-19, chiuso il mercoledì. Ingresso libero. Informazioni 055 2760552, www.palazzomediciriccardi.it

Fino al 2 febbraio nella Sala della Musica della Fondazione Zeffirelli (Piazza San Firenze 5) c’è la mostra «Celeblueation», mostra  antologica di Renato Balestra, che rende omaggio al talento creativo di una delle più prestigiose firme della moda italiana nel mondo e che firmò anche i costumi di scena di Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello con la regia di Zeffirelli, che ha sempre stimato il talento dell’amico Balestra. Per l’occasione la facciata del palazzo sarà illuminata di blu. Prodotta da Armando Fusco e voluta da Pippo Zeffirelli, la mostra comprende circa 300 pezzi tra bozzetti, disegni e abiti, testimonianze di un percorso che evidenzia l’evoluzione dello stile di Renato Balestra. Si tratta di un’esposizione ampliata rispetto alle precedenti tappe, che si offre in un allestimento site specific nella cosiddetta Sala della Musica (oratorio del complesso monumentale di San Firenze realizzato nella seconda metà del Seicento, unica architettura completamente barocca di Firenze) e che comprende anche un’inedita selezione di pezzi che attestano gli esordi, quando ancora lo stilista adottava un’espressione pittorica per dare vita alle sue creazioni. Il percorso espositivo prevede anche una “sezione teatrale”, più ricca rispetto alle precedenti edizioni della mostra, e impreziosita dalle creazioni dei costumi disegnati per Il lago dei cigni messo in scena dal Teatro dell’Opera di Belgrado, produzione per la quale Renato Balestra ha firmato per la prima volta anche le scene. Ingresso col biglietto del museo (10 euro).

A Villa Bardini c’è Enigma Pinocchio. Da Giacometti a La-Chapelle, mostra curata da Lucia Fiaschi e interamente dedicata alla creatura di Collodi, Pinocchio. Da Giacometti a La Chapelle, da Munari a Paladino, da Calder a Ontani, da McCarthy a Venturino Venturi. Fino al 22 marzo. Orario: tutti i giorni 10-19, chiuso lun Info: 055.20066233 www.villabardini.it

I dinosauri sono protagonisti di una grande e suggestiva mostra dal titolo Dinosaur Invasion, prorogata fino al 29 marzo in Viale Guidoni 206, accanto al Centro Sportivo Paganelli, noto anche come “le cupole” (zona Novoli-Olmatello). Organizzata in collaborazione con Firenze Pallanuoto e Liberi e Forti ASD (società cui andrà una parte degli incassi per l’efficientamento energetico dell’impianto sportivo), la mostra coinvolgerà non solo bambini, ma anche ragazzi e famiglie, grazie alla realizzazione di un parco giurassico a grandezza naturale che offrirà un’esperienza unica e dinamica di grande impatto: “l’invasione” vedrà protagonista infatti una trentina di dinosauri da osservare ciascuno nel proprio ambiente, ricreato con cura in 17 isole interamente scenografate. Ore: 9.30 – 19.30, dal lunedì alla domenica (chiusura biglietteria alle 18.30). Biglietti interi: € 13, ridotti: € 10, famiglia (4 persone): € 40, famiglia (5 persone): € 48; info e acquisto http://www.dinosaurinvasion.it/it/

La Collezione Roberto Casamonti allestita al Piano Nobile di Palazzo Bartolini Salimbeni (Piazza di Santa Trinita, 1), storico edificio rinascimentale opera di Baccio d’Agnolo, si rinnova totalmente con l’obiettivo di presentare e mettere a disposizione dei visitatori il fior fiore dell’ampia Collezione personale, raccolta dal noto gallerista fiorentino in 40 anni di appassionate ricerche.  www.collezionecasamonti.com

Uno sguardo sull’artista e il suo rapporto con il mondo femminile attraverso gli scatti di uno dei più affermati fotografi del Novecento: questo il tema scelto dalla città di Firenze per celebrare il genio del maestro spagnolo e del grande fotografo irlandese con l’esposizione “Picasso. L’altra metà del cielo. Foto di Edward Quinn”, in programma dal 30 novembre 2019 al 1° marzo 2020, presso il Museo Mediceo di Palazzo Medici Riccardi. La mostra, prodotta e organizzata da MetaMorfosi con il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, è frutto dell’insolita amicizia che legò Picasso a Edward Quinn, come spiega il nipote ricostruendo il loro primo incontro avvenuto in Costa Azzurra: «“Lui, il ne me dérange pas”, (“non mi disturba”) racconta Picasso dopo che, il 23 marzo 1953, lo aveva fotografato per la prima volta durante il suo lavoro. Così Quinn divenne uno dei pochi fotografi a cui fu permesso di fotografarlo durante il lavoro e che era accettato nella sua vita privata». Una corposa serie di scatti realizzati in Costa Azzurra per circa vent’anni che raccontano un Picasso intimo e privato, svelando, in particolare, il suo complesso rapporto con l’universo femminile: il maestro è ritratto fra le sue donne, amanti e amiche, fra i suoi figli, frutto di molte passioni nel corso degli anni, ma anche fra i tanti amici e conoscenti che popolavano le sue tele così come le tavolate imbandite e le spiagge davanti al mare.

Negli spazi della Galleria Poggiali di Firenze (Via della Scala, 35/A e Via Benedetta, 3r) mostra di Luca Pignatelli “In un luogo dove gli opposti stanno”, curata da Sergio Risaliti, e che proseguirà fino all’8 febbraio 2020, con ingresso libero. L’esposizione, che si snoda attraverso una serie di opere collocate nei due spazi di via della Scala e di via Benedetta, propone lavori inediti, scavalcando la linea di demarcazione tra astratto e figurativo, tra citazione e arte povera.

Fino al 13 aprile a Prato c’è «Dopo Caravaggio. Il Seicento napoletano nelle collezioni di Palazzo Pretorio e della Fondazione De Vito», organizzata dal Comune di Prato e curata da Rita Iacopino e Nadia Bastogi. Diciannove opere che raccontano l’influenza della pittura di Caravaggio su alcune delle personalità più rilevanti della scena artistica napoletana del XVII secolo; info e prezzi sul sito di Palazzo Pretorio

Fino al 26 aprile al PALP Palazzo Pretorio Pontedera (piazza Curtatone e Montanara 1) c’è la mostra «Arcadia e Apocalisse. Paesaggi italiani in 150 anni di arte, fotografia, video e installazioni», ideata e curata da Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci e promossa dalla Fondazione per la Cultura Pontedera, dal Comune di Pontedera, dalla Fondazione Pisa, con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana. La mostra ha l’obiettivo di indagare il modo in cui il paesaggio è stato percepito e rappresentato artisticamente dal 1850 fino ai giorni nostri, mettendo in luce quelli che sono stati i cambiamenti in materia di estetica e di codici rappresentativi e cercando al contempo di sensibilizzare la coscienza dei visitatori sul tema del degrado ambientale.

Al Palazzo Blu di Pisa è in corso Maestri del Futurismo. Le opere più significative del Futurismo, movimento artistico nato ufficialmente nel 1909 col Manifesto di Marinetti, si ritrovano nella mostra curata da Ada Masoero. Fino al 9 febbraio 2020.

A Livorno nel museo della città in piazza del Luogo Pio mostra Modigliani e l’avventura di Montparnasse. Capolavori dalle collezioni Netter e Alexandre nel centenario della morte di Modigliani; l’esposizione porta nella città che diede i natali al maestro 122 opere, fra cui 14 dipinti e 12 disegni di Modì. Ci sono dipinti e disegni appartenuti ai due collezionisti, Netter e Alexandre, che lo hanno accompagnato e sostenuto nella sua vita, e un centinaio di opere di artisti con cui aveva fatto amicizia come Maurice Utrillo, André Derain, Chaïm Soutine, la stessa compagna Jeanne Hébuterne, e altri come Suzanne Valadon, Moïsee Kisling, Maurice de Vlaminck. Fino al 16 febbraio 2020.

CALENZANO (FI)

Sabato 25 ALLE 21.15 AL Teatro Manzoni (via Mascagni 18, Calenzano; biglietti da 5 a 13 euro) arriva l’ironia intelligente e mai scontata di Giulia con «Non tutto il male viene per nuocere, ma questo sì», monologo tagliente e incalzante che, in una dimensione intima e giocosa, svela i funzionamenti ‘malati’ della nostra epoca e di noi stessi. Con finale sorprendente e catartico! La storia di una ragazza nata “per miracolo” e, dunque, con molte aspettative sulla vita. Di fronte a lei, però, una realtà diversa da quella immaginata: una madre iper apprensiva, un mondo del lavoro ingiusto, una relazione amorosa senza amore ma con tanta stima, una vocina interiore che tenta continuamente di auto-sabotarla… Nei 60 minuti di spettacolo senza quarta parete, Giulia Pont dà vita a una serie di personaggi e situazioni tragicomiche. I numerosi momenti di improvvisazione e il rapporto giocoso con gli spettatori creano un’ atmosfera di grande intimità. Il testo, a metà tra il teatro di narrazione e la stand-up comedy, è stato concepito per dare l’illusione di assistere ad uno spettacolo “non finito”. Tra copioni in scena, leggii e richieste di consigli al pubblico, questi ha la sensazione di partecipare attivamente al processo di creazione dello spettacolo. Prevendite Box Office Toscana e online su Ticketone. Info e prenotazioni tel. 335.1002886 / 055.8877213 – www.teatrodelledonne.com.

RIGNANO SULL’ARNO (FI)

Ogni sabato e domenica dal 18 gennaio al 19 marzo a San Donato in Collina (Rignano sull’Arno) si terrà la Sagra delle frittelle di riso, preparate con riso, latte, scorza d’arancia, limone, uvetta e zucchero. Le frittelle di San Donato sono tutte senza glutine. Gli stand gastronomici della sagra restano aperti il sabato dalle 9 alle 19 e la domenica dalle 8:30 alle 19.

COMPIOBBI (FI)

Sabato 25 e domenica 26 Sagra del fritto.

PRATO

Sabato 25 alle 21 arriva al Politeama Pratese (Via G. Garibaldi 33, 0574 603758) «Venere Nemica», spettacolo con cui Drusilla Foer, attrice, cantante e autrice, annuncia il suo ritorno in teatro. Dopo il successo di Eleganzissima, il recital che per primo ha fatto conoscere al pubblico teatrale il suo talento ironico e sagace, l’iconica Signora dallo stile unico porta ora in scena la sua seconda prova autorale, un testo ispirato alla favola di Apuleio “Amore e Psiche”. Ne offre una rilettura divertente, commovente, a tratti tragica, che tocca temi antichi e attuali come la competizione suocera/nuora, la bellezza che sfiorisce, la possessività materna, il conflitto secolare fra uomini e dei. Prodotta da Best Sound e con la direzione artistica di Franco Godi, Venere Nemica è intrepretata dalla stessa Drusilla Foer, con la partecipazione di Elena Talenti, cantante e attrice di musical di successo (Sister Act), per la regia di Dimitri Milopulos e con brani musicali cantati dal vivo. Biglietti da 22 a 27 euro.

La rassegna MET Ragazzi ospita sabato 25 alle 17 al Teatro Metastasio,Il più furbo, uno spettacolo della compagnia Teatro Gioco Vita, che incentra sulla figura del lupo la sua rilettura di Cappuccetto rosso, con la poesia del teatro d’ombre al servizio di una storia che mette a dura prova il cattivissimo personaggio della fiaba: una volta arrivato a casa della nonna il lupo, con indosso la camicia da notte rosa, rimane chiuso fuori dalla porta. Così conciato si imbatte in alcuni personaggi delle fiabe (i Tre Porcellini, i Sette Nani, il Principe Azzurro) che invece di avere paura di lui, lo scambiano per l’innocua vecchina mettendo fortemente in crisi la sua vanità. Biglietti: ragazzi 6 euro, adulti 7 euro; info e prenotazioni: 0574 608501

PISTOIA

Al Saloncino della Musica di Palazzo De’ Rossi sabato 25 alle 21 secondo appuntamento della 59° Stagione di Musica da Camera promossa da Associazione Teatrale Pistoiese in collaborazione con Fondazione Pistoiese Promusica; il pianista Michele Campanella è in formazione cameristica con il violinista Ralph Evans e il violoncellista Dominique De Williencourt. In programma il Trio in Do maggiore KV 548, composto da W. A. Mozart nel 1788 e il Trio in La minore Op. 50, uno dei vertici della produzione musicale di P. I. Ciaikovskij. Considerato internazionalmente uno dei maggiori virtuosi e interpreti lisztiani, Michele Campanella ha affrontato in oltre 50 anni di attività molte tra le principali pagine della letteratura pianistica. La Società “Franz Liszt” di Budapest gli ha conferito il Gran Prix du Disque nel 1976, 1977 e nel 1998.

CASCINA (PI)

Sabato 25 a La città del Teatro Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana.

BIENTINA (PI)

Al Teatro delle sfide sabato 25 alle 21.30 Gaia Nanni, Gaia Nanni in «Gli ultimi saranno gli ultimi», monologo scritto da Massimiliano Bruno, storico autore di Paola Cortellesi, portato con successo anche sul grande schermo; regia Marco Contè. Sul palco anche il musicista Gabriele Doria che cuce, sottolinea e amplifica la struttura narrativa. 10,00€ Intero, 8,00€ Ridotto. Info e prenotazioni 3280625881

PONTEDERA

Le gesta maldestre ed esilaranti di un gruppo di ladri sbarcano sulle scene del Teatro Era sabato 25 e domenica 26  rituffandoci nell’Italia povera ma vitale del secondo dopoguerra. “I soliti ignoti” regia di Vinicio Marchioni, è la prima versione teatrale del mitico film di Mario Monicelli uscito nel 1958. In scena un cast d’eccenzione che vede protagonisti, oltre allo stesso Marchioni, Giuseppe Zeno e Augusto Fornari. Biglietti in vendita anche online

LUCCA

Sabato 25 e domenica 26 dalle 10 alle 18 al Polo Fiere c’è la Mostra felina. All’interno del salone espositivo prodotti e cibo per gatti. Apertura dalle 10.00 alle.19. Per informazioni, programma, costo biglietti e molto altro consultare il sito

AREZZO

Domenica 26 alle 16.30, presso l’Auditorium Pieraccini dell’Ospedale San Donato di Arezzo (Via Nenni 20/22, ingresso libero) si esibirà in concerto la giovanissima violinista Flavia Napolitano, accompagnata al pianoforte da Angelo Aliberti.

TERRE DI PRESEPI

Fino a domenica 26 gennaio è in corso la sesta edizione di Terre di presepi, che raccoglie 7000 rappresentazioni in 100 località toscane, tra presepi artistici, viventi, mostre o vie appositamente dedicate che daranno vita a un ideale itinerario a tappe. Tutte rappresentazioni di particolare rilievo e curate nei dettagli. Cinque di queste, provenienti da Cerreto Guidi, Castelfiorentino, Forcoli e San Miniato, hanno catturato l’attenzione del Dicastero delle nuove evangelizzazioni della Santa Sede e saranno esposte a partire dal 9 dicembre alla mostra 100 Presepi in Vaticano. Il presepe ecologico, che si illumina pedalando su una bicicletta, è realizzato dai presepisti di Castelfiorentino. Tutta la Toscana è coinvolta: dalla Lunigiana, con l’unicità del presepe vivente di Equi Terme, al primo presepe meccanizzato d’Italia a Pallerone, agli oltre 300 presepi di Regnano, fino in Garfagnana con Pieve Fosciana, Coreglia Antelminelli, Ghivizzano, Bagni di Lucca, Pescaglia e tutte le località della valle dei presepi. Ed ancora, in lucchesia, nel pistoiese, nel pratese (Borgo della Rocca a Montemurlo, Oste, Vergaio, Campi Bisenzio), fino a Lecore, San Miniato, Signa e la parrocchia dei Bassi in via dell’Argingrosso, a Firenze. Ruota, Nicosia di Calci, Tre Colli e Calci hanno creato un ‘anello presepiale’ intorno al Monte Serra che prosegue nel pisano passando per San Giovanni alla Vena, Calcinaia, Pontedera, Cascina, Pisa, Forcoli, Legoli, Usigliano di Lari, Casciana Terme, Riparbella. Lungo l’Arno ci sono anche San Romano, Cigoli, San Miniato, le vie dei presepi di Iano e di Marti, le realtà emergenti di Roffia e San Miniato Basso. Poi la Valdelsa (Castelfiorentino, Certaldo, San Casciano Val di Pesa) fino al presepe della Stazione di Siena e oltre, verso sud, facendo tappa a Sarteano e Sorano, Trevinano, Monteleone d’Orvieto, Petroio, Cerreto Guidi, Sovigliana, Fucecchio, Montopoli, San Giovanni Valdarno, Gricignano, Sansepolcro, Le Ville. Chi vorrà potrà visitarli come tappe di un percorso e, attraverso la Credenziale del Pellegrino Presepista, documentare il proprio viaggio attraverso i timbri apposti dalle realtà presepiali accreditate. Chi completerà l’itinerario riceverà la Compostela presepiale, consegnata in occasione della Rassegna finale dei cori parrocchiali e delle corali di Terre di Presepi, il prossimo 19 gennaio 2020 a Badia San Savino, nel comune di Cascina, aperta a tutti. Tutti i dettagli sul sito

NEVE IN TOSCANA

 Si annunciano nevicate e in Toscana.  L’Abetone accoglie gli sciatori con 12 impianti aperti su 17 e le diverse parti del Comprensorio quasi interamente collegate sci ai piedi (www.multipassabetone.it). La sciabilità è ottima e prosegue fino al 31 gennaio l’offerta sui giornalieri: skipass feriale a euro 25,00 (invece che 30) e skipass festivo a euro 32,00 (invece che 40,00). Per gli amanti dell’outdoor ci sono le ciaspolate organizzate dalla Scuola di Sci Abetone e i tour in snowbike con Welove Abetone (www.weloveabetone.it). Da non mancare sabato sera anche la prima discesa in notturna del 2020, dopo la cena alla Baita Pulicchio. In piena attività la Doganaccia (www.doganaccia2000.it), che sta ospitando in questi giorni le settimane bianche di vari istituti scolastici. La località si presenta con 3 impianti aperti su 4. Sono in funzione tutti i rifugi. Qui il sabato sera si scia in notturna a partire dalle ore 18. Sono anche disponibili attrezzature per lo sci seduto (portatori di handicap). A Zum Zeri in Lunigiana, sabato 25 si scia gratuitamente ai campi scuola: sarà una giornata interamente dedicata ai bambini e a coloro che vogliono avvicinarsi allo sci per la prima volta. Sarà anche possibile ciaspolare sui percorsi che portano al monte Fabei o allo Spiaggi. Lo staff della stazione sta inoltre lavorando per aprire anche gli impianti alti (www.zumzeri.eu). In Garfagnana sono aperti i due campi scuola al Casone di Profecchia, anche qui sono presenti gruppi scolastici della provincia di Lucca. Sull’Amiata (www.amiataneve.it) infine è in funzione il Campo scuola Vetta ed è prevista l’apertura nel fine settimana del campo scuola Jolly.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: