Coronavirus Francia: stasera il Presidente macron rivolge messaggio ai francesi. Ma intanto portavoce critica l’Italia

PARIGI – La situazione è grave anche in Francia, tanto che stasera il Presidente M acron ha preannunciato un discorso alla nazione. Con 2.281 casi e 48 morti, la Francia è il secondo focolaio di nuovo coronavirus in Europa. Dal governo francese fino a ieri ci sono state dichiarazioni e azioni nel segno dell’apparente normalità per rassicurare i francesi sull’andamento dell’epidemia di Covid-19. Stasera al tg delle 20 il presidente Emmanuel Macron, come detto, interverrà per la prima volta ufficialmente con una breve dichiarazione alla nazione tesa a spiegare bene le cose e preparare il Paese alle prossime tappe.

Il Governo francese mette in campo nuove misure per contrastare anche lo shock economico che si delinea con l’emergenza coronavirus. In particolare, annuncia il ministro dell’Economia francese, Bruno Le Maire, aumenterà dal 70 al 90% la garanzia dello Stato, attraverso la banca pubblica di investimento (Bpi) sui prestiti delle pmi. Questa garanzia dello Stato è uno strumento importante che dovrebbe permettere alle aziende di poter continuare ad avere dei prestiti e quindi della tesoreria che è il problema essenziale in questa fase. Ma non solo. Il Governo si appresta anche a creare un fondo di solidarietà per le imprese maggiormente colpite: lunedì annuncerò la modalità di funzionamento del fondo che deve soprattutto tutela le aziende più piccole. Le Maire, inoltre, ha spiegato che sarà propostoanche “uno slittamento dei tempi per il versamento dei contributi fiscali alle aziende.

Il Coronavirus è entrato anche in parlamento. Il capogruppo del Partito comunista all’Assemblea nazionale, André Chaissaigne, è il settimo deputato francese risultato contagiato dal coronavirus. A seguito di sintomi edi un test effettuato mercoledì, ho appreso che i risultati erano positivi. Sono stato immediatamente ricoverato a Clermont-Ferrand, ha scritto il 69enne parlamentare su Facebook dicendo di sentirsi in piena forma.

Intanto però ieri in un conferenza stampa la portavoce del governo, Sibeth Ndiaye, parlando della situazione nel Paese ha fatto riferimento all’Italia dicendo che ha preso delle misure che non hanno permesso di arginare l’epidemia. Sottolineando poi la differenza delle scelte fatte dalla Francia. La portavoce ha parlato di un momento di crisi sanitaria che non ha precedenti per il nostro paese, perché non abbiamo mai conosciuta alcuna con queste caratteristiche, in questo momento è importante avere un intervento del capo dello Stato. Insistendo sulla necessaria continuità democratica, la portavoce del governo e segretario di Stato ha quindi difeso il proseguimento della revisione parlamentare della riforma delle pensioni. E ha confermato lo svolgimento delle elezioni municipali in 36.000 comuni della Francia. Il primo turno si svolgerà il 15 marzo, il secondo è invece previsto per il 22 dello stesso mese.

In Francia secondo alcune anticipazioni del direttore generale del ministero della Sanità, Jerome Salomon, le misure da varare per la fase 3 dell’epidemia sono ancora in corso di valutazione, ma non saranno le stesse per l’intero territorio nazionale.

coronavirus, discorso, francia, Italia, macron


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080