Le parole di Ceccherini

Coronavirus: Misericordie fiorentine allo stremo, chiedono aiuto concreto e sostegno

di Paolo Padoin - - Cronaca

Misericordia di Firenze

FIRENZE – «Forza, passione, amore e gratuità animano da oltre 8 secoli i fratelli e le sorelle di tutte le Misericordie. Adesso più che mai siamo chiamati tutti ad un impegno e a uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani e chi viene colpito da Covid-19. Le nostre Misericordie non sono solo impegnate nel soccorso in prima linea, ma anche attivamente presenti nell’aiutare anziani o persone fragili, portando beni di prima necessità, come spesa e farmaci a domicilio. Non è semplice e lo sappiamo, ma noi restiamo in prima linea, insieme ad ognuno di voi per sostenervi – come proclama la campagna messa in campo dalla Federazione Regionale delle Misericordie della Toscana #ioRestoinServizio #TurestaaCasa».

Lo afferma Andrea Ceccherini, presidente del Coordinamento delle Misericordie fiorentine. Aggiunge Ceccherini: «le forze però adesso sono allo stremo in questo delicato periodo che tutto il nostro paese sta affrontando, combattiamo questa emergenza sanitaria che conoscevamo poco. Abbiamo bisogno da parte di tutti i cittadini di un aiuto concreto e sostegno perché mancano i materiali Dpi che stiamo comunque acquistando con risorse personali e nel maggior numero possibile. Ma non sappiamo quanto questo materiale potrà bastare. “er questo – continua Ceccherini – con grande umiltà chiediamo a tutti di condividere il nostro appello e poter donare, quanto nelle vostre possibilità. Un piccolo gesto che per noi in questo momento di emergenza può fare la differenza».

Tag:, ,

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: