Le riflessioni amare e critxiche del Presidente

Coronavirus: 100 medici morti per mancanza dispositivi protezione. Denuncia ordine dei medici di Roma

di Paolo Padoin - - Cronaca

ROMA – «Purtroppo molti colleghi sono stati mandati ‘al fronte’ senza i giusti dispositivi di protezione; tutte leprecauzioni che dovevano essere prese di fronte a un’emergenza epidemiologica come questa, sono state ignorate. Eppure, nel 2006, ai tempi della Sars, era stato previsto da Oms e ministero della Salute un protocollo di emergenza con linee guida e programmazione da seguire: non se ne è fatto nulla e ci siamo ritrovati a dover preparare una guerra, quando la guerra era già scoppiata».

A commentare all’Adnkronos Salute il triste record raggiunto oggi di 100 medici caduti nell’emergenza coronavirus è Antonio Magi, presidente dell’Ordine dei medici di Roma. «Ci sono molte aziende – ricorda – come ad esempio l’Ama, che nella propria mission avevano previsto che i dipendenti potessero essere esposti a un rischio del genere e tutti i lavoratori hanno le mascherine: nessuno di loro morirà, perché sono protetti. In sanità questo non è stato fatto. Ma la responsabilità è di una filiera intera: lo Stato, il governo in ambito organizzativo centrale, le regioni a livello di autonomia gestionale locale. Tutti avrebbero dovuto pensarci e non ha senso che ora ci si scarichino le responsabilità. Ora piangiamo i morti, cerchiamo di continuare questa battaglia abbattendo anche la burocrazia per avere quello che ci serve in tempi brevi».

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: