Duro attacco alla magistratura

Caos magistratura: Sapelli, «eravamo una repubblica parlamentare. Siamo diventati una repubblica giudiziaria»

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

MILANO – «La Costituzione è stata stravolta e questo è un fenomeno che va avanti dai tempi di Mani pulite, se non da prima». Questo il pensiero di Giulio Sapelli, storico dell’economia, che in un’intervista al giornale precisa:  «Questa è la patrimonializzazione dello Stato da parte della magistratura, non ‘politicizzazione’, che è un termine da ignoranti. Il problema è drammatico: la magistratura ha avvelenato la democrazia e le ha inferto un vulnus irreparabile. Si è fatto scempio dello stato di diritto -, dice Sapelli riguardo il caso Palamara -. C’è stata la patrimonializzazione dello Stato – spiega-, se vogliamo usare termini più terra terra potremmo dire che la magistratura ha scalato lo Stato, si e impadronita del potere. Noi siamo, anzi eravamo una repubblica parlamentare. Siamo diventati una repubblica giudiziaria. La magistratura ha invaso il campo della politica. Alcune scelte poi si sono rivelate deleterie ed hanno contribuito allo sfaldamento della nostra democrazia. Pensi cosa ha voluto dire l’abolizione dell’immunità parlamentare. Un passo indietro rovinoso. La magistratura dovrebbe essere un ordine – chiarisce lo studioso -, un corpo dello Stato, e invece è diventata un potere. Ma l’unico potere dovrebbe essere quello del Parlamento. Per uscirne, dovremmo recepire il modello francese».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: