Migranti: Alarm phone segnala naufragio, nessuna prova, Ong partono all’attacco dell’Europa

ROMA – Le navi Ong e l’aereo di Alarm Phone continuano a imperversare nel Mediterraneo, lanciando allarmi tutti da provare, in base a  segnalazioni non confermate. Naufragio al largo della Libia? Stamattina un parente di una persona in fuga dalla Libia ha chiamato Alarm Phone e riferito di una barca in pericolo vicino a Zawiya. Non siamo riusciti a contattare la barca. Poco dopo ha riferito di 15 persone morte e 17 riportate in Libia”.

Sulla base di questa segnalazione approssimativa si scatenano le Ong Mediterranea e Open Arms che incrociano nel Mediterraneo a caccia di migranti da salvare e portare in Italia.

MEDITERRANEA – Un altro naufragio al largo della Libia è stato appena confermato da @alarm_phone. È in corso una ricerca per i sopravvissuti. I Governi europei non possono continuare a guardare dall’altra parte mentre le persone annegano ai loro confini. Così, su Twitter, Mediterranea Saving Humans.

OPEN ARMS – «Naufragio confermato, il mare è un cimitero. Vergogna Europa». Lo scrive Open Arms su Twitter commentandola notizia di un naufragio nel Mediterraneo confermata da Alarm phone

Alarm Phone, allarmi, ong


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080