Ponte Genova: familiari vittime non parteciperanno a inaugurazione nuovo viadotto

GENOVA – «Ringrazieremo personalmente il Presidente nell’incontro privato che avremo, sia per il suo intervento in questa vicenda, sia per averci permesso di parlare con lui e comunicare il nostro sentire. Dopo le nostre pressanti richieste e l’importante intervento del Presidente Mattarella, la cerimonia di inaugurazione ha acquisito connotazioni di sobrietà, soprattutto in rispetto di coloro che da quel ponte non sono più tornati».

Così in una lettera il comitato in Ricordo delle vittime del Ponte Morandi che ha annunciato la decisione di non prendere parte a cerimonie di inaugurazione del nuovo viadotto di Genova.

«Per noi – si legge nel testo – purtroppo la ricostruzione del ponte, che dovrebbe unire nuovamente la città, non riuscirà mai a ricostruire quello che abbiamo perso, il lavoro che è stato fatto è molto, le persone che hanno operato nella ricostruzione meritano il nostro rispetto, ma questo ponte per noi ha un significato ben preciso che ci
strazia il cuore».

genova, inaugurazione, viadotto

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080