La decisione delle Autorità

Coronavirus: Cittadini bengalesi (175) atterrati a Roma e a Milano respinti alla frontiera

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Salute e benessere

L’aeroporto di Fiumicino

ROMA – Quarantena obbligatoria per i circa cento passeggeri – sia Ue che extra Ue – autorizzati allo sbarco dal volo della Qatar Airways atterrato alle 13 a Fiumicino. I passeggeri, quasi un centinaio, sono in queste ore sottoposti a tampone al terminal 5 dell’aeroporto, per appurare eventuali contagi da coronavirus. A far scattare l’allarme era stata la presenza sull’aereo, partito dal Pakistan con scalo a Doha, di 135 cittadini del Bangladesh, imbarcatisi forse per eludere il provvedimento con il quale il ministro della Salute Roberto Speranza ha sospeso per una settimana i voli – diretti e indiretti – da Dacca. I 135 bengalesi sono stati peròrespinti alla frontiera per motivi sanitari. Lo stop dei voli da Dacca è stato deciso dall’Italia a seguito del numero significativo di casi positivi al Covid 19 riscontrati sull’ultimo volo arrivato a Roma dal Bangladesh: su 225 passeggeri atterrati il 7 luglio a Fiumicino 36 sono risultati positivi al tampone, al termine delle operazioni eseguite dai sanitari della Asl con personale Adr e Polaria e durate ben 11 ore.

MILANO – Come accaduto nell’aeroporto romano di Fiumicino, anche a Malpensa 40 bengalesi atterrati con un volo sono stati rimpatriati. Arrivati con un aereo della Qatar Airways a metà giornata, sono ripartiti per Doha come su indicazione del ministero della Salute, cheper una settimana ha vietato l’ingresso in Italia di persone provenienti dal Bangladesh per l’aumento dei casi di Covid19 nel Paesee nella comunità

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: