La protesta di Anbc

Gestori locali: giusta precauzione, ma chiusura discoteche colpisce operatori corretti

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Giovani ballano in una discoteca, in una foto d’archivio.
ANSA-ARCHIVIO

ROMA – L’aumento dei contagi è giustamente una preoccupazione che deve vedere coinvolti tutti, governanti, cittadini, operatori economici. Ma la medicina  «non può essere quella di demonizzare il ballo o altre forme di incontro e intrattenimento. Le regole ci sono, bisogna farle rispettare, per salvaguardare la salute di tutti ma anche la sopravvivenza delle attività economiche».

Questo il commento di Paolo Capurro, presidente di Anbc, Associazione nazionale banqueting e catering federata a Fipe,al provvedimento governativo di ieri sera. «Le chiusure di questi mesi – ha continuato Capurro – stanno mettendo in ginocchio l’economia del nostro Paese, alcuni settori come quello che rappresento ma anche tanti altri, sono allo stremo. Finalmente, le regole stabilite per le riaperture hanno consentito di guardare con relativo ottimismo al futuro. Ora l’annuncio di nuove chiusure si abbatte come un macigno su quelle sparute speranze. La ripresa dei contagi ha dei responsabili precisi: persone, imprenditori e cittadini, che non rispettano le regole: che si colpiscano quelli, non tutti gli altri, la maggioranza, che si comportano in maniera corretta. Le istituzioni – conclude Capurro – devono incrementare i controlli rigorosi. Se tutti rispettassero le regole, necessarie, i divieti sarebbero di meno per tutti. E probabilmente usciremmo prima da questa emergenza. Continuare con la politica delle chiusure non scaccia il virus ma uccide l’economia»

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: