Giovedì 10 settembre alle 21

Firenze: a San Salvi torna in scena «Dialoghi con il signor G.» in edizione rinnovata

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Il cast dei «Dialoghi signor G.»

FIRENZE – A San Salvi, nello spazio estivo dei Chille, una serata davvero speciale: giovedì 10 settembre torna in scena «Dialoghi con il Signor G. Omaggio a Giorgio Gaber», con un cast molto particolare, nutrito e variegato. Non si pensi a un piatto tributo con musicisti che fanno cover e un attore che legge test di raccordo. È uno spettacolo articolato, scritto letteralmente col cuore dal giornalista del Corriere (e appassionato esperto di cantautori) Edoardo Semmola, che oltre all’opera e alla vita dell’indimenticabile Signor G. riversa nel testo non poco della vita sua e degli interpreti principali.

Questi così presentano lo spettacolo: «Non ci limitiamo a cantare Gaber. Noi dialoghiamo con lui. Ci chiediamo e gli chiediamo cosa direbbe e cosa farebbe oggi, se fosse ancora tra noi. Domande, risposte, dubbi, suggestioni… Dopo 14 repliche tutte sold-out su e giù per tutta la Toscana e non solo, tra il 2013 e il 2014, lo spettacolo di teatro-canzone “Dialoghi con il Signor G” si è preso una lunga pausa di riflessione. Per cambiare, evolvere, adattarsi ai tempi. E ora torna in scena in una veste completamente nuova e per una sola data […] Un viaggio in tre parti (‘G, come l’Io’, ‘G, come il Noi’, ‘G, come il Mondo’), fusione delle diverse personalità e delle esperienze artistiche dei protagonisti. Un racconto sentimentale che si sente in diritto di vivere il presente e un narratore bonario, il signor G., che filtra le sensazioni e rilancia il dibattito».

Resta invariato il cast: la cantautrice Silvia Conti e lo stesso Edoardo Semmola nel ruolo del fantasma di Giorgio Gaber, la cantautrice Letizia Fuochi in quello della ricerca della sua coscienza, il cantautore Massimiliano Larocca per la sua condivisione, Riccardo Ventrella come sua manifestazione filosofica, al sax (strumento amato da Gaber, che negli ultimi anni aveva preso nella sua band un bravo sassofonista fiorentino, Mirko Guerrini) Gianluca Baroncelli, alle tastiere Gianfilippo Boni, alla chitarra e alla direzione musicale Francesco Frank Cusumano. E infine, ospite speciale per questa rappresentazione, nientemeno che l’Assessore alla Cultura del Comune di Firenze, Tommaso Sacchi.

Pochi i posti, per le regole anti-covid; non c’è che sperare che più avanti, quando si saranno allentate, questo coinvolgente spettacolo (che chi scrive ha visto al debutto nell’atrio della Biblioteca Nazionale e in una delle successive evoluzioni su palchi meno improvvisati) sia ripreso in uno dei tanti piccoli teatri fiorentini che non aspettano altro che di tornare a vivere.

San Salvi (Spazio estivo dei Chille de la Balanza, all’interno del parco)

Giovedì 10 settembre, ore 21

Intero € 8, ridotto Coop/Arci € 5. È possibile acquistare un biglietto sostenitore del progetto Chille-San Salvi al costo di € 12: un gesto concreto per aiutare la compagnia in un momento di difficoltà. Tra chi acquisterà questi biglietti, saranno estratti a fine settembre premi di riconoscimento di fidelizzazione.  Per questa serata-evento i Chille hanno deciso di devolvere l’intero incasso agli Artisti-Musicisti impegnati, come concreta manifestazione di attenzione verso una categoria oggi in forte difficoltà. Anche per il ridotto numero di posti disponibili per le nuove normative in vigore, si consiglia una tempestiva prenotazione e l’acquisto in anticipo con paypal o bonifico. In merito, contattare i Chille: whatsapp 335 6270739, mail info@chille.it. Per ulteriori informazioni: www.chille.it

 

Tag:, , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: