Dal 22 al 29 settembre 2020

Firenze: «La Rondine» di Giacomo Puccini torna a volare al Teatro del Maggio

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Si prova la scena da Bullier in versione anti-covid ne «La rondine» (©Michele Monasta)

FIRENZE – «La Rondine» di Giacomo Puccini è il secondo titolo della stagione di opera e balletto 2020-2021 del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, in scena da martedì 22 settembre alle 20 (altre recite: venerdì 25 e martedì 29 alle 20; domenica 27 alle 15.30). Sul podio dell’Orchestra e del Coro del Maggio ci sarà Marco Armiliato; debutta al Maggio Ailyn Pérez nel ruolo di Magda e Dmytro Popov sostituisce in tutte le recite Roberto Aronica, indisposto, nel ruolo di Ruggero.

L’allestimento riprende quello che aprì con gran successo la stagione 2017-2018, ma naturalmente Denis Krief, che firma regia, scene, costumi e luci, ha dovuto operare qualche adattamento in chiave anti-covid: Magda e Ruggero non si baceranno e soprattutto verrà sensibilmente sfoltita la scena del ballo da Bullier; il ballo di coppia sarà riservato ai coristi coniugi, mentre gli altri dovranno restare distanziati. Un peccato, perché era di grande effetto; ma il regista è presente anche a seguire la ripresa e le modifiche sono d’autore.

Così, fra diradamenti e visiere di plexiglass, si potrà riascoltare e rivedere questa deliziosa rarità pucciniana, riscoperta in occasione del centenario dalla prima rappresentazione e rappresentata in una messinscena tutta fatta in casa, facendo rendere al massimo i non abbondanti mezzi a disposizione. Dopo la tiepida accoglienza che l’opera ottenne a Bologna, in occasione della prima italiana pochi mesi dopo il trionfo a Monte Carlo del 27 marzo 1917, Puccini ebbe a dire: «Vedranno i posteri che bijou!», ma è stato a lungo un titolo negletto, nella sua produzione; negli ultimi anni è stato recuperato da più di un teatro, anche prima dell’occasione del centenario; a Firenze, chissà perché, «La rondine» non è però mai stata rappresentata fino al 2017.

Probabile che l’opera abbia disorientato gli ascoltatori italiani, avvezzi alle passioni ardenti e tragiche di «Manon Lescaut», «Bohème», «Tosca», «Butterfly», o a lieto fine, ma pur sempre ad alta tensione drammatica come quella de «La fanciulla del West», e si siano sentiti poco in sintonia con questa vicenda che vede una mantenuta un po’ frivola prendere il volo dalla spumeggiante vita parigina e dal ricco banchiere Rambaldo per migrare, come una rondine, verso sud, in Costa Azzurra, col giovane e candido provinciale Ruggero, inseguendo il miraggio di un grande amore sognato nella prima giovinezza e mai realizzato. Una specie di «Traviata» alla rovescia (Ruggero è di Montauban, la cittadina del Sud-Ovest in cui durante la Seconda Guerra Mondiale fu tenuta al riparo la Gioconda di Leonardo da Vinci), nella quale i genitori danno entusiasti, per lettera, il consenso alle nozze richiesto dal figlio, ma la protagonista Magda reagisce con ben scarso entusiasmo alla notizia e alla prospettiva di una vita ad allevare pargoli in un paesello sperduto e preferisce calare un malinconico sipario sul suo sogno d’amore, tornando col poeta Prunier e la cameriera Lisette (la coppia comica che fa da contraltare a quella principale) al vecchio amante e alla vita sfarzosa di Parigi.

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui)

Da martedì 22 settembre alle 20 (altre recite: venerdì 25 e martedì 29 alle 20; domenica 27 alle 15.30)

«La Rondine» di Giacomo Puccini. Coro e Orchestra del Maggio Musicale FiorentinoMaestro concertatore e direttore Marco Armiliato. Maestro del Coro Lorenzo Fratini. Regia, scene, costumi e luci Denis Krief

Magda Ailyn Pérez, Lisette Roberta Mameli, Ruggero Dmytro Popov, Prunier Francesco Castoro, Rambaldo Francesco Verna, Périchaud Nicolò Donini, Gobin Alfonso Zambuto, Crebillon Shuxin Li, Yvette Francesca Longari, Bianca Marta Pluda, Susy Valentina Corò, Un maggiordomo Giovanni Mazzei, Rabbonier Diego Barretta, Georgette/Voce di sopranino Elena Bazzo, Gabriella Cristina Pagliai, Lolette Chiara Chisu, Tenori Massimiliano Esposito, Dean David Janssens, Luca Tamani, Fabrizio Falli, Un giovane Fabrizio Falli

Rimasti solo biglietti di platea (al momento ce ne sono 5 in galleria solo per domenica 27); dettagli sul sito del Maggio

Tag:, , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: