Cosa vedere fino a domenica 22 novembre

Week end 20-22 novembre: gli spettacoli fiorentini in streaming

di Roberta Manetti - - Cinema, Cronaca, Cultura

Il ContempoArtEnsemble, che sabato alle 17 trasmette «The Beatles for Strings»

FIRENZE – Teatri, cinema e musei sono sempre chiusi e anche in questi tre giorni, che in tempi normali sarebbero stati i migliori per riempire le sale; così agli organizzatori e agli stessi artisti non resta che rivolgersi al web, per mantenere un contatto col pubblico, offrendo spettacoli in streaming gratuito o a prezzo ragionevole.

Musica – Stasera, venerdì 20 novembre alle 21, sul canale youtube dell’Orchestra della Toscana (ORT) si ascolta  gratis uno dei concerti che lo scorso luglio ha segnato, assieme ad altre produzioni, la riapertura dell’attività dell’Orchestra al Teatro Verdi. Si trattava allora del terzo appuntamento dopo i lunghi mesi di stop dovuti al lockdown, con la giovanissima Nil Venditti, alla sua prima volta con l’ORT nella veste di direttrice ospite principale. Insieme a lei un altro giovane talento, il clarinettista Kevin Spagnolo alle prese con il Concerto in la maggiore per clarinetto e orchestra K.622. In apertura l’ouverture da Le nozze di Figaro, a chiudere il programma la Seconda Sinfonia di Beethoven, della quale l’ORT diede un’interpretazione pregevolissima (chi scrive fu tra i 200 fortunati spettatori di una delle due repliche).

Il sabato pomeriggio gli Amici della Musica di Firenze mandano in streaming gratuito su YouTube i più bei concerti tratti dall’archivio sonoro dell’Associazione: nello stesso orario dei concerti del sabato pomeriggio al Teatro della Pergola, sabato 21 alle 16 verrà riproposto il concerto del 22 gennaio 2018 con Andrea Lucchesini al pianoforte e Giuseppe Cederna voce recitante: un incontro tra i più suggestivi versi di Giacomo Leopardi e le note di Franz Schubert. Le attività degli Amici della Musica in questo periodo di stop ai concerti prevedono anche la condivisione di contenuti particolari e inediti sul sito e sulle pagine social. Questa settimana viene riproposta un’intervista a Lucchesini e Cederna realizzata in occasione del programma su Schubert e Leopardi e che ne approfondisce i contenuti. Direttamente dagli archivi, sono stati pubblicati alcuni materiali storici relativi alla volta in cui Sviatoslav Richter sostituì Claudio Arrau, episodio raccontato la scorsa settimana nelle “Pillole di Domitilla”, rubrica di aneddoti e curiosità sull’Associazione a cura della direttrice artistica Domitilla Baldeschi. La “Pillola” di questa settimana, invece, è interamente dedicata a Christa Ludwig.

Il ContempoArtEnsemble sabato 21 alle 17 trasmette gratis dal suo sito «The Beatles for Strings»: Le celeberrime melodie dei Fab Four sono state rielaborate da Roberto Molinelli in una stesura di più ampio e sinfonico respiro rispetto a quella originale, conservando comunque inalterate le caratteristiche liriche ed espressive che ne hanno decretato il successo, nonché quelle più propriamente ritmiche, come in Hey Jude, dove si ascoltano i musicisti usare i loro archi in un modo diverso da quello tradizionale, con effetti tipici degli strumenti a percussione

Domenica 22 alle 11, in diretta sul canale youtube dell’A.Gi.Mus. dall’Auditorium Ottone Rosai concerto del chitarrista Raffaello Ravasio. Musiche di Tarrega e Llobet..

Teatro – Il Teatro di Cestello ogni mercoledì e ogni domenica alle 22.40 su Clivo TV, emittente regionale sul canale 680 del digitale terrestre, co «Stasera a teatro» trasmette il meglio delle passate stagioni (poi molti di questi spettacoli restano visibili sui social di Clivo TV o sul canale youtube del Teatro di Cestello).

Sui social del Maggio Musicale Fiorentino ogni giovedì e ogni domenica c’è «L’archivio dei tesori», brevi trasmissioni in diretta che illustrano qualche dettaglio del grande archivio storico del Maggio. Domenica 22 ore 20.45 «I costumi visti da vicino».

Il Teatro dell’Antella mette a disposizione a 3 euro su una pagina apposita del sito, Teatro On Air, il repertorio delle ultime produzioni di Archètipo, tra cui: “Lì, ma dove, come” di Julio Cortazar con Giovanni Crippa, “L’amore delle tre melarance” di Carlo Gozzi a cura di Riccardo Massai, le letture di Maria Paiato, ma anche “Alla ricerca del tempo perduto” di Proust, il “De rerum natura” di Lucrezio per il ciclo “I capolavori” e tante altri .

Cinema – Su Più Compagnia, la sala virtuale del Cinema-Teatro della Compagnia, siamo nel pieno della stagione dei festival. C’è fino al 22 novembre per partecipare (virtualmente) alla 13a edizione de Lo Schermo dell’arte, festival di cinema e arte contemporanea. Domenica 15 ha preso il via anche lo storico Festival dei Popoli, appuntamento imprescindibile per tutti gli appassionati di cinema documentario, e non solo. Ovviamente non solo film ma anche tante occasioni di approfondimento e incontri con gli autori in un unico abbonamento per festival, a 9.90€. Ancora in corso e tutto visibile fino a domenica 29. C’è “Bring Down the Walls”, il documentario del regista Phil Collins sulla nascita della musica house raccontata da ex detenuti, in programma sabato 21 novembre, visibile su Più Compagnia, la sala virtuale del cinema La Compagnia di Firenze in collaborazione con Mymovies.it. Il film, incluso nella sezione “Let the Music Play” dedicata ai documentari musicali, è composto da testimonianze di ex detenuti e guarda al complesso industriale della prigione statunitense attraverso la lente della musica house, nata proprio dalle comunità emarginate quando è iniziata la politica di incarcerazione di massa nei primi anni ‘80. Un racconto inedito di un genere dance spesso associato allo sballo che in questo caso parte da una narrazione sociale e intercetta l’attualità del mondo carcerario.

Su https://www.iorestoinsala.it/ si possono vedere i film dell’Istituto Stensen e dello Spazio Alfieri. La domenica, con  orario a scelta dello spettatore, lo Stensen offre a 3 euro una serie di cortometraggi per bambini ispirati alle favole di Gianni Rodari.

Tag:, , , , , , , , , , , , ,