Intervistato ai microfoni di Lady Radio

Fiorentina, agente di Cutrone attacca: «Non è trattato come gli altri. Troppa fiducia a Ribery»

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport, Top News

Patrick Cutrone

FIRENZE – Ci mancava anche la polemica dell’agente di Citrone. Giovanni Branchini, procuratore dell’attaccante, ai microfoni di lady Radio ha attaccato società e allenatori: «Cutrone e’ stato fortemente voluto dalla Fiorentina, e’ stata un’operazione anche abbastanza costosa e complicata, di grande soddisfazione per il club e per il giocatore. Per un motivo o per l’altro, tranne un periodo dell’anno scorso in cui è stato impiegato con regolarità, nella nuova stagione è entrato nel dimenticatoio. Vediamo quel che succederà e poi trarremmo delle conclusioni. Mi avrebbe fatto piacere che fosse trattato come gli altri, cosa che non è successo».

Lo ha detto ai microfoni di Lady radio l’agente di mercato Giovanni Branchini parlando di uno dei suoi assistiti, l’attaccante viola Patrick Cutrone. «La societa’ non ha mai espresso qualche tipo di riserva su di lui riconoscendogli serieta’ e disponibilità – ha aggiunto Branchini – Un attaccante ha bisogno di un po’ di continuita’ e di morale e che giochi discretamente la squadra per poter fargli svolgere il proprio ruolo e fargli fare gol. La Fiorentina? Ho fiducia nella squadra, è una buona squadra, assolutamente competitiva. Credo che ci sia stata data un po’ troppa fiducia e responsabilità su Ribery, questo ne ha condizionato un po’ lo sviluppo del gioco offensivo. Ribery è generoso ma è limitativo affidare ad un giocatore solo tutto un settore».

Tag:, , ,

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: