La conferma del ministro Bianchi

Maturità: niente prova scritta. Solo esame orale. Il via a giugno

ANSA/JESSICA PASQUALON

ROMA – Prima decisione del nuovo governo per la scuola: niente prove scritte ma solo l’orale per l’esame di maturità 2021. Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi conferma al Corsera le indiscrezioni sulla maturità circolate da giorni. Il maturando partirà da un elaborato ampio e personalizzato sulle materie di indirizzo, concordandolo con il consiglio di classe; da qui comincerà l’orale che si svilupperà poi sulle altre discipline. L’ammissione agli esami sarà disposta in sede di scrutinio finale dal Consiglio di classe. Le prove, come era già previsto, inizieranno a metà giugno.

Maturità 2021, ministro Bianchi, niente prova scritta, solo esame orale, studenti


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080