Qualificazioni mondiali Qatar

Italia vince anche in Lituania (0-2). Gol di Sensi e Immobile su rigore. Pagelle

Federico Bernardeschi
2021. EPA/TOMS KALNINS

VILNIUS – Tre partite verso i mondiali del Qatar e tre vittorie. L’Italia di Mancini passa, anche se con una certa fatica, anche a Vilnius, contro una Lituania meno sprovveduta di quanto si potesse pensare e fermata da un grande Donnarumma quando ha avuto l’opportunità di arrivare sotto porta. Azzurri in bianco nel primo tempo. La sblocca Sensi nella ripresa. E raddoppia Immobile al 94′, su rigore, dopo aver sprecato tre-quattro occasionissime davanti al portiere di casa. In ogni modo missione compiuta: Italia in testa al girone C di qualificazione ai mondiali del Qatar con 9 punti. Sei gol fatti e nessuno subito. La Svizzera è seconda con sei punti, ma una partita in meno. Oggi il calendario le concedeva un turno di riposo e gli elvetici hanno vinto in amichevole contro la Finlandia (3-2). Nell’altra partita del girone di qualificazione, Irlanda del Nord e Bulgaria hanno chiuso 0-0. Per l’Italia, il trittico (Irlanda del Nord, Bulgaria e Lituania) si chiude nel migliore dei modi. Ora stop fino a maggio. prima degli europei ci saranno amichevoli con San Marino e Repubblica Ceca.

SENSI – Per sbloccare la partita è stato però necessario aspettare l’avvio del secondo tempo. Brugtta la prima frazione. E clamoroso un errore di El Shaarawy in zona gol. Nwella ripresa, Sensi entra al posto di Pellegrini e la sblocca subito, rincuoranbdo Mancini che cominciava a essere pessimista. Cambio felice per il Ct, che spesso azzecca la mossa. Il ct ha vinto con i cambi, come gli capita spesso. L’importante è stato sbloccare la partita, poi gli azzurri sono andati verso il successo diventato accettabile con il rigore di Immobile nel finale. Eravamo rimasti sorpresi dal fatto che i nostri rivali svizzeri non avessero vinto di goleada contro i lituani, ma nemmeno l’Italia si è sprecata. Grande occasione, come detto, mancata da El Shaarawy e un tentativo di Emerson deviato dal portiere sono state le uniche occasioni create nel primo tempo. Partita barbosa e monocorde, con gli azzurri ma incapaci di un’invenzione per superare l’ermetica difesa avversaria. Lo ha fatto Sensi che con un tiro da fuori ha sbloccato il risultato al 2′ della ripresa.

BATTICUORE – Tuttavia, benvenuta vittoria. Non si potrà vantare troppo, Mancini,  avperer superato non senza batticuore un avversario che nel ranking FIFA è al 129.mo posto, ma la cosa buona è che la squadra ha eguagliato le 25 partite utili di Lippi. Anche se forse Mancini aveva pèunjtato troppo sulle seconde linee, che comunque sono state sufficienti per continuare a inseguire la qualificazione ai Mondiali. Il tecnico lituano Urbonas aveva confermato quasi completamente (solo le novita’ Girdvainis in difesa e Sirgedas in attacco) la formazione che era stata battuta con uno striminzito 1-0 dalla Svizzera. Mancini aveva inserito qualche giocatore nuovo come Toloi, aveva schierato Bastoni al centro della difesa con il suo omonimo Mancini, Pessina in mediana, con El Shaarawy e Bernardeschi davanti. Su un terreno sintetico e non troppo agevole, l’unico azzurro superstite della partita di Sofia è stato Donnarumma, che alla vigilia sembrava dovesse lasciare il posto a Sirigu.

La grande occasione del primo tempo, come detto, l’ha avuta El Shaarawy su assist di Pessina da sinistra. Palla ciccata davanti alla porta. Emerson da fuori e gran deviazione di Svedrauskas. Ma sostanzialmente primo tempo deludente, con la sola ombra di un intervento di Vaitkunas su Bernardeschi in area: ma forse non era rigore. Con i cambi l’Italia ha trovato il gol. Dopo un tentativo di Chiesa, al 2′ da fuori Sensi di sinistro ha tirato forte e basso sulla destra e ha piegato la mano al portiere. Hanno poi tentato Pessina, Immobile e Locatelli ma è stato bravo il portiere di casa. Lo stesso Immobile ha sfiorato il bersaglio diverse volte. Donnarumma ha dovuto salvare il risultato su tentativo di Eliosius. I lituani hanno cercato il pareggio in diverse occasioni, ma senza efficacia. Locatelli ha fallito il gol del raddoppio tirando sul portiere. Ma anche la Lituania ha sfiorato il pareggio. Scatto e tiro alto di Chiesa, poi per fallo su Barella al 48′ è arrivato il rigore. Immobile sul dischetto e palla in rete. Lo 0-2, anche statisticamente, diventa risultato più decoroso.

Tabellino

LITUANIA (4-3-2-1): Svedkauskas 6,5; Mikoliunas 5,5 (29’st Gaspuitis, 6), Beneta 5,5, Girdvainis 5,5, Vaitkunas 6; Dapkus 6, Simkus 6 (38’st Petravicius, sv), Slivka 6; Novikovas 5,5, Sirgedas 5,5 (13’st Eliosius, 6); Cernych 5,5 (29’st Kazlauskas, 5). In panchina: Adamonis, Driomovas, Laukzemis, Silkaitis, Lasickas, Romanovskij, Valskis, Baravykas. Allenatore: Urbonas 5,5

ITALIA (4-3-3): Donnarumma 7; Toloi 6,5, Mancini 6,5, Bastoni 6 (44’st Acerbi, sv), Emerson 6 (11’st Spinazzola, 6,5); Pessina 6 (17’st Barella, 6), Locatelli 6, Pellegrini 5,5 (1’st Sensi, 7); Bernardeschi 6, Immobile 5,5, El Shaarawy 5,5 (1’st Chiesa, 6). In panchina: Sirigu, Meret, Di Lorenzo, Belotti, Insigne, Lazzari, Bonucci. Allenatore: Mancini 7

ARBITRO: Raczkowski (Polonia)

MARCATORI: 2’st Sensi, 49’st Immobile (rig)

Ammoniti: Pellegrini, Pessina, Simkus, Locatelli, Vaitkunas, Kazlauskas

Italia, lituania, Qualificazioni mondiali Qatar


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080