Week end 24-25 aprile a Firenze e dintorni: cerimonie per la Liberazione e spettacoli in streaming

Piazza Santa Maria Novella
Piazza Santa Maria Novella

FIRENZE – Ancora pochi eventi se non in streaming, in questo week end arancione: mercati, passeggiate e una manifestazione di protesta in musica; solo online anche la Festa della Liberazione e la Mostra dell’artigianato. C’è il mercato in in Sant’Ambrogio a Firenze domenica 25 e il Mercatale (agroalimentare a filiera corta) dalle 8 alle 13 in via Bisarnella a Empoli.

Gli artisti di strada fiorentini sabato 24 dalle 17 alle 18 saranno a cantare per le vie del centro, senza assembramenti e mantenendo le distanze, per richiamare l’attenzione sul fatto che l’arte è un lavoro come tutti gli altri; partiranno da vari punti del centro, per confluire verso la manifestazione (autorizzata dalla questura) in Piazza Santa Maria Novella.

Firenze celebra il 76° anniversario della Liberazione nazionale in diretta streaming dal Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio con l’iniziativa La staffetta della Liberazione e con cerimonie all’esterno in piazza dell’Unità d’Italia e nei quartieri, nel rispetto delle misure anti-covid. Domenica 25 le celebrazioni nella città medaglia d’oro della Resistenza inizieranno alle 9 in piazza dell’Unità d’Italia, dove verrà deposta una corona d’alloro al monumento ai caduti di tutte le guerre alla presenza del sindaco Dario Nardella, del prefetto Alessandra Guidi, del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, di un rappresentante dell’Anpi e di una delegazione ristretta delle forze armate. Alle 9.45 al Sacrario di Campo di Marte il sindaco, l’assessore alla Cultura della memoria Alessandro Martini, l’assessore allo Sport Cosimo Guccione, il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi, un rappresentante di ACF Fiorentina e uno dell’Anpi parteciperanno alla cerimonia di deposizione di una corona per ricordare la fucilazione allo stadio del Campo di Marte, avvenuta il 22 marzo del 1944, di cinque giovani di Vicchio di Mugello condannati a morte dal tribunale fascista e insigniti di medaglia d’oro al valor civile. Dalle 10.30 la cerimonia nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio; alle 10 il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci sarà in via Pandolfini (angolo via del Crocifisso) alla lapide a Senigallia; nello stesso orario la presidente del Quartiere 3 Serena Perini sarà al Monumento ai caduti a Ponte a Ema; alle 11 il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli sarà al Monumento ai caduti in piazza Dalmazia; alle 12 il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni sarà alla Terrazza dei partigiani al cimitero di Soffiano.

L’edizione 2021 della Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze (MIDA) dal 24 aprile al 2 maggio è solo online su emporiomida.mostrartigianato.it. La vetrina digitale fu lanciata da Firenze Fiera nel giugno 2020 con l’obiettivo di sostenere 365 giorni all’anno le eccellenze dell’artigianato italiano e internazionale, col supporto anche dei canali social della fiera (Facebook, Instagram e YouTube.

A partire da sabato 24 alle 18 A.Gi.Mus. Firenze presenta un nuovo progetto, “Michele Marasco plays Mercadante”. Il flautista Michele Marasco, già per molti anni primo flauto dell’ORT – Orchestra della Toscana, propone le “Dieci arie variate” di Saverio Mercadante, che andranno in onda ogni quindici giorni il sabato pomeriggio come piccole pillole musicali sul Canale You Tube di A.Gi.Mus. Firenze ( ), dove poi resteranno disponibili gratuitamente e andranno a costituire l’opera integrale. L’iniziativa vede la collaborazione di Scuola di Musica il Trillo, Associazione le 7 Note e del Quartiere 5 del Comune di Firenze per l’Auditorium Ottone Rosai che ha ospitato le registrazioni.

Proseguono i concerti dagli archivi degli Amici della Musica in streaming gratuito e sulle frequenze di Rete Toscana Classica. Sabato 24 alle 16 sul canale You Tube dell’Associazione si ascolta il pianista Zoltán Kocsis nel concerto che tenne il 31 gennaio 2004 al Teatro della Pergola, suo unico recital nelle stagioni degli Amici della Musica. In programma la Sonata n. 27 in mi minore op. 90 di Beethoven, la Sonata in mi minore D. 566 di Schubert, la Sonata per pianoforte Sz. 80 di Bartók, brani da Játékok di Kurtág e brani dell’ultimo periodo di Liszt. Domenica 25 alle 20.30 su Rete Toscana Classica (FM 93.1 – 93.3 e in streaming su www.retetoscanaclassica.it) andrà in onda il concerto del Trio di Parma con il clarinettista Alessandro Carbonare del 18 marzo 2017 al Teatro della Pergola. Il programma è interamente dedicato a Johannes Brahms, con il Trio n. 2 in do maggiore op. 87 per pianoforte e archi, il Trio n. 3 in do minore op. 101 per pianoforte e archi e il Trio in la minore op. 114 per clarinetto, violoncello e pianoforte. Entrambe le registrazioni non resteranno disponibili successivamente. Sul sito degli Amici della Musica sono consultabili il programma, le note di sala e altri contenuti a tema, come il programma della prima volta in cui Kocsis ha suonato in stagione; sempre sul sito ci sono tutti i contributi (non i concerti, ma gli extra) di questo periodo di attività a distanza:

Sabato 24 dalle 21 sul canale su youtube dei Chille de la Balanza Riflettendo Napule ‘70, un docufilm di Marco Triarico a partire dallo spettacolo Napule ‘70 nell’edizione speciale della Giornata di resilienza del Teatro e dello Spettatore. Ad inizio serata Matteo Brighenti intervista Giulio Baffi (presidente ANCT Associazione nazionale critici teatrali), Enzo d’Errico (direttore Corriere del mezzogiorno), Katia Ippaso (critico), Alberto Severi (critico), Claudio Ascoli e Marco Triarico; alle 21.45, il docufilm in prima e unica visione.

A Montepulciano l’Anno contradaiolo 2021 si apre domenica 25 alle 10 con la Messa presso la Chiesa di Sant’Agnese; i rettori e gli alfieri delle contrade, il sindaco Michele Angiolini e il Reggitore Andrea Biagianti, con la solenne cerimonia in onore della patrona cittadina, daranno il via all’edizione 2021 del Bravìo delle Botti di Montepulciano; accesso contingentato e diretta sulla pagina Facebook Bravìo delle Botti dalle 9:40 circa con interviste ai protagonisti della giornata. Il Magistrato delle Contrade è a lavoro da mesi per organizzare un Bravìo 2021 che sia il più possibile vicino alla normalità per tornare a far vivere a Montepulciano e ai poliziani la loro festa sotto tutti i più di vista in maniera serena e appassionante

Sabato 24 alle 18, dall’Auditorium Museo Piaggio, Pontedera Music Festival in collaborazione con Orchestra Filarmonica Pucciniana presentano i Solisti dell’Orchestra Filarmonica Pucciniana che eseguono L. Boccherini, Trio per Violino, Viola e Violoncello in fa maggiore Op.14 n°1, W.A. Mozart, Quartetto per flauto ed Archi in Do maggiore KV. 285b, G.B. Viotti, Quartetto per flauto ed Archi op. 22 n° 2 in Do minore, W.A. Mozart, Quartetto per flauto ed Archi n°1 in Re maggiore K 285. in streaming su https://www.youtube.com/watch?v=TA9ovrR8gjw, www.facebook.com/museopiaggio/ e www.facebook.com/pontederamusicfestival/

Sabato 24 alle 18 si esibirà la giovane orchestra Animando; primo violino Massimo Coco, pianoforte Stefano Teani. Il programma si apre con la Sinfonia da La Senna festeggiante, di Antonio Vivaldi. A seguire Gioseffo Guami e la sua canzonetta francese La Ondeggiante (arrangiata dal maestro Griglio), Giacchino Rossini con la Sonata a 4 n.6 La tempesta; di Jacques Offenbach sarà eseguita la Barcarolle da Les contes d’Hoffmann (arrangiamento di Griglio) e di Reynaldo Hahn Sopra l’acqua indormenzada, dal ciclo Venezia (sempre nell’arrangiamento di Griglio). A chiusura della serata con H20 Concerto per pianoforte e orchestra d’archi di Carlo Pedini; in diretta streaming sul canale YouTube di Animando, su quello del Comune di Lucca Live Love Lucca, sulle pagine Facebook di Animando e del quotidiano online Lucca in Diretta e in prima serata alle 21,15 su Vuemme (canale 813 del digitale terrestre), con replica alle 17,10 della domenica successiva su NoiTv. Informazioni sul sito : www.animandolucca.it/

Il Maggio Musicale Fiorentino trasmette in streaming gratuito sul sito del Maggio da sabato 3 aprile per un mese il suo Concerto di Pasqua. Sul podio dell’Orchestra del Maggio c’è Daniele Gatti. Il programma, rigorosamente a tema, include con la Sinfonia in fa minore Hob. I:49 La passione di Franz Joseph Haydn, la Sinfonia in si minore Al Santo Sepolcro RV 169 di Antonio Vivaldi, due soli movimenti di grande intensità, il Requiem per orchestra d’archi di Tōru Takemitsu, brano che Igor Stravisnkij ascoltò per caso a Tokyo in una trasmissione radiofonica di cui era ospite, composto da una melodia irregolare che si avvita e si contorce su se stessa, e il Preludio dell’Atto III e l’Incantesimo del Venerdì Santo dal «Parsifal» di Richard Wagner, due brani tra i più rappresentativi del periodo pasquale, parte del grande rito della prima scena dell’atto conclusivo dell’opera.

La mostra «Imperatrici, matrone, liberte», sulla figura e il ruolo della donna nell’antica Roma, è stata digitalizzata in alta definizione e ci si può fare un tour virtuale sul sito del museo, liberamente accessibile da computer e smartphone. Circa 30 sculture, fra le quali quella di Agrippina Minore, madre di Nerone, e quella di Domizia Longina, moglie di Domiziano; la mostra, allestita nella sala Detti e nella Sala del Camino al piano ammezzato della Galleria delle Statue e delle Pitture, con la curatela di Novella Lapini e la supervisione del responsabile Antichità Fabrizio Paolucci, fu aperta al pubblico solo per un giorno, prima che chiudessero le Gallerie degli Uffizi. Possibile zoomare su tutti i dettagli delle opere e visualizzare didascalie ed informazioni aggiuntive, in italiano e in inglese; ci si potrà collegare anche alla scheda tecnica completa dell’opera negli archivi del sito del museo. Prima erano stati realizzati altri due tour virtuali: uno sui nuovi allestimenti delle sale del Cinquecento fiorentino e veneziano al primo piano del museo, inaugurati nel 2019, e uno sulla Grotta del Buontalenti nel Giardino di Boboli.

Palazzo Strozzi, sulla facciata, c’è l’installazione di Jr “La Ferita”, per riflettere sull’accessibilità dei luoghi della cultura nell’epoca del Covid-19.

Il Teatro dell’Antella mette a disposizione a 3 euro su una pagina apposita del sito, Teatro On Air, il repertorio delle ultime produzioni di Archètipo, tra cui: “Lì, ma dove, come” di Julio Cortazar con Giovanni Crippa, “L’amore delle tre melarance” di Carlo Gozzi a cura di Riccardo Massai, le letture di Maria Paiato, ma anche “Alla ricerca del tempo perduto” di Proust, il “De rerum natura” di Lucrezio per il ciclo “I capolavori” e tante altre.

Su https://www.iorestoinsala.it/ si possono vedere i film dell’Istituto Stensen e dello Spazio Alfieri. 

Su Più Compagnia, la sala virtuale del cinema La Compagnia di Firenze, fino al 30 aprile 10 conversazioni sui doc in corsa per la cinquina della 66ª edizione dei Premi David di Donatello; fino al 25 aprile dalla short list degli Oscar 2021 come “Miglior documentario” arriva, in anteprima su Più CompagniaMLK/FBI. Basato su file recentemente declassificati, il film svela la sorveglianza e le vessazioni di J. Edgar Hoover e dell’FBI nei confronti del leader del movimento per i diritti civili Martin Luther King Jr. Un doc in esclusiva. Dal 17 aprile per [Le parole del Vieusseux] Incontro con Romano Prodi. Dagli Stati Uniti, alla Russia, dalla Cina alla Corea e ai nuovi equilibri europei, un excursus sulla recente storia economica internazionale e su come la pandemia abbia rapidamente modificato le politiche economiche e diversi rapporti di forza, evidenziandone squilibri e nuove criticità e ponendo l’urgenza di nuove regole di adattamento. L’evento è gratuito. Dal 22 aprile l’Associazione Caffè-Scienza presenta Cine-Scienza Online: tre film disponibili gratuitamente On Demand su Più Compagnia. Per il primo appuntamento si parlerà di cambiamenti climatici e disinformazione. Il titolo scelto per accompagnare la conversazione di approfondimento a cura di Caffè-Scienza Firenze racconta di un parco divertimenti da incubo, che altri non è che il nostro pianeta, sconvolto dalle conseguenze del cambiamento climatico.

Da un’idea del direttore artistico del Museo Novecento di Firenze, Sergio Risaliti, sei gallerie d’arte di Firenze, da domenica 21 marzo a martedì 20 aprile 2021 danno vita a Primo vere con apertura gratis al pubblico dalle 11 alle 18. Ogni galleria presenterà il lavoro di uno o più artisti, coordinati dalla supervisione scientifica dello stesso direttore Risaliti; questi i selezionati: Jessica Fillini, Veronica Greco, Melissa Morris, Gianluca Tramonti, Regan Wheat (Galleria Frittelli);  Jacopo Buono, Matteo Coluccia, Stefano Giuri (Galleria Il Ponte); Marco Mazzoni (Galleria La Portineria); Francesca Banchelli, Irene Lupi, Virginia Zanetti (Galleria Poggiali); Davide D’Amelio, Gabriele Mauro (Galleria Santo Ficara); Max Mondini (Galleria Secci). Le gallerie coinvolte sono: Frittelli, Via Val di Marina 15, Il ponte, via di Mezzo 42/b, La Portineria, Viale Eleonora Duse 30, Poggiali, Via della Scala 35/a, Santo Ficara, Via Arnolfo 6L, Eduardo Secci, Piazza Carlo Goldoni 2.

“Alfredo Catarsini – Esplorazioni”, mostra curata da Elena Martinelli con la collaborazione di Adolfo Lippi, Claudia Menichini e Andrea Pucci, proseguirà fino al 6 giugno 2021; per ora è visibile attraverso il tour virtuale negli spazi espositivi di Villa Bertelli, connettendosi al link presente nella home page del sito web www.fondazionecatarsini.com.

Festa della liberazione, mercati, Mostra dell'Artigianato, Musica, streaming gratis, week end

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080