Skip to main content

Firenze, 83° Maggio Musicale: Daniel Harding dirige il «Requiem» di Mozart

Il direttore d’orchestra Daniel Harding

FIRENZE – Al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino giovedì 29 maggio alle 20 Daniel Harding sale sul podio dell’Orchestra e del coro del Maggio per dirigere il Requiem in re minore per soli, coro ed orchestra K. 626, opera che Wolfgang Amadeus Mozart, morendo il 5 dicembre 1791, lasciò incompiuta. Aveva completato solo i primi due pezzi (IntroitusKyrie e parte del Dies irae) e aveva lasciato appunti più o meno consistenti fino all’Hostias, sui quali avrebbe sviluppato le parti seguenti. La vedova Constanze lo fece completare a Franz Xaver Süssmayr, allievo del compositore e amico di famiglia, e lo spacciò per interamente autentico al committente, il Conte Franz von Walsegg zu Stuppach. Se ne tenne tuttavia una copia per sé e, anche grazie a un ottimo lavoro di propaganda, l’opera fu molto eseguita nell’ultimo decennio del Settecento; soltanto nel 1825 vennero avanzati i primi reali sospetti sul contributo di altre mani nel completamento della partitura; la controversia sarebbe durata molti anni, fino alle più moderne ricerche musicologiche. I problemi di distinzione dell’autentico dall’ascitizio e il divario ragguardevole fra il maestro e l’allievo non impediscono tuttavia al «Requiem» di essere un capolavoro. I solisti sono il soprano Christiane Karg, il mezzosoprano Sara Mingardo, il tenore Matthew Swensen e il basso Gianluca Buratto.

Un concerto per ricordare le vittime toscane della pandemia.

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui)

Giovedì 29 maggio alle 20

Dettagli sulle norme anti-covid e ultimi biglietti sul sito del Maggio

 

83° Maggio Musicale Fiorentino, Daniel Harding, Musica, Requiem di Mozart

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741