Firenze: polizia interviene contro lo spaccio di droga, arresti e denunce

Una volante della Polizia di Stato

FIRENZE – Arresti e denunce da parte della Polizia di Stato, che continua i suoi servizi di contrasto agli stupefacenti nel capoluogo toscano: ieri con l’accusa di illecita detenzione di droga gli agenti hanno proceduto all’arresto di un cittadino filippino di 61 anni, mentre, in un’altra circostanza, è stato denunciato un fiorentino di 20 anni. Nel primo pomeriggio di ieri, nei pressi di Piazza della Stazione, gli agenti del Commissariato di Rifredi hanno notato il cittadino filippino, già noto alle Forze di Polizia, che saliva sulla tramvia e lo hanno seguito fino alla zona della Stazione Leopolda, dove hanno notato il 61enne scendere e incontrarsi con un uomo.

Dopo aver scambiato qualche parola, i due si sono allontanati a piedi e, mentre il cliente è salito nella sua abitazione, poco distante dal luogo dell’incontro, l’altro è rimasto per strada. Ed ecco che gli agenti hanno assistito all’insolita modalità di scambio: il cliente ha lanciato dalla finestra 40 euro e, a quel punto, il pusher li ha raccolti per poi recarsi all’ingresso condominiale e inserire un involucro nella fessura del portone. In quel frangente i poliziotti sono entrati in azione: addosso al pusher hanno rinvenuto il denaro appena corrisposto e hanno accertato che l’involucro conteneva una dose da 0,26 grammi di shaboo. Il successivo controllo nella dimora del 61enne ha permesso agli agenti di rinvenire 9 sacchetti di plastica con all’interno circa 52,66 grammi di shaboo e quasi due etti e mezzo di verosimile sostanza da taglio.

Sempre nel primo pomeriggio di ieri, un blitz degli agenti del Commissariato di San Giovanni in un appartamento nella zona di Santa Croce ha consentito di scovare in possesso di un giovane fiorentino una bilancina di precisione e circa 47 grammi di hashish. Per il ragazzo è scattata la denuncia e il bilancino e la sostanza stupefacente sono stati sequestrati.

Un altro blitz ieri mattina della Polizia di Stato in un appartamento nel centro storico fiorentino dove la Squadra Mobile ha scoperto oltre 170 grammi di hashish chiusi in 6 buste sottovuoto conservate dentro ad un frigorifero e più di 7.500 euro in contanti sparsi per tutta la casa, di quali 5.000 riposti in un’altra busta sottovuoto. Nei guai, con l’accusa di illecita detenzione di sostanze stupefacenti, è finita una coppia di fiorentini: lui, 27 anni, già noto alle Forze di Polizia, è stato arrestato, mentre lei, 24 anni, incensurata, è stata denunciata. Gli investigatori sono poi arrivati ad una dimora a Vicchio nelle disponibilità dell’uomo, dove al 27enne non è restato che consegnare alla Polizia un altro chilo e mezzo di hashish diviso in 14 panetti, anch’essi chiusi in buste sottovuoto. Nell’abitazione fiorentina i poliziotti hanno trovato il macchinario per creare il sottovuoto e una serie di buste specifiche per lo scopo. Al momento il giovane è finito agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

arresti, denunce, Polizia

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080