Non ci sarà invece Mario Draghi

Italia-Turchia: all’Olimpico Mattarella e il figlio di Erdogan. Bocelli canta «Nessun dorma»

Andrea Bocelli: canmterà Nessun dorma prima della partita

ROMA – Ci sarà anche Bilal Erdogan, figlio del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, in tribuna d’onore all’Olimpico, ad assistere a Italia-Turchia. Insieme al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a quello del Senato Elisa Casellati, al presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, oltre al presidente della Fifa, Gianni Infantino, della Uefa, Aleksander Ceferin, e della Federcalcio, Gabriele Gravina. In tribuna autorità anche i ministri turchi dello Sport e della difesa. Non figura invece nella lista delle personalità il presidente del consiglio, Mario Draghi, che recentemente ha avuto la polemica a distanza con Erdogan, da lui definito dittatore. E relativa risposta polemica dell’interessato.

Andrea Bocelli sarà il protagonista musicale della cerimonia d’apertura dell’Europeo allo Stadio Olimpico di Roma domani. Dopo aver aperto le Olimpiadi nel 2006 e l’Expo sia di Shanghai, nel 2010, che di Milano, nel 2015, il cantante sarà ancora una volta il simbolo dell’Italia nel mondo in una cerimonia solenne e spettacolare. Accompagnato simbolicamente dalle 24 squadre nazionali, Bocelli si esibirà sulle note di «Nessun dorma».

Agli azzurri è arrivato via social anche il saluto della sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali. «Ho portato agli Azzurri di Mancini il saluto del Governo e l’abbraccio di tutto il Paese. Da domani in campo ci saranno loro, noi saremo sugli spalti e davanti la tv a tifare per una maglia ed una Nazionale che – mai come adesso – ha un valore va oltre quello sportivo – ha scritto l’ex schermitrice – Non vedo l’ora sia domani per ritrovare il pubblico sugli spalti. Credo che all’inno Fratelli d’Italia, nel cuore di ognuno passeranno le immagini tragiche delle colonne dei mezzi militari a Bergamo, dei tanti morti e della grande paura che ciascuno di noi ha vissuto. È a loro che dedicheremo ogni emozione».

Questa mattina, 10 giugno, alla vigilia della prima partita dell’Europeo, Papa Francesco ha incontrato il presidente, Aleksander Ceferin, il board della Uefa e il Presidente della Figc, Gabriele Gravina. L’incontro si è svolto nel Palazzo Apostolico Vaticano.

andrea bocelli, figlio di Erdogan, Italia-Turchia


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080