La Cina sbeffeggia il G7: «Un piccolo gruppo non può condizionare il mondo»

I partecipanti al G7 di Carbis Bay (Gran Bretagna) posano per la foto di gruppo, ANSA/FILIPPO ATTILI UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI

PECHINO – Accusata di aver provocato la pandemia, con minaccia di chiedere i danni, e messa fuori gioco dalle scelte mondiali, la Cina commenta con sarcasmo le decisioni del G7. Riferendosi al vertice della Cornovaglia, la Cina afferma che sono finiti i tempi quando «un piccolo gruppo di Paesi» poteva decidere i destini del mondo.

«I giorni quando le decisioni globali erano dettate da un piccolo gruppo di Paesi sono finiti da molto», ha affermato un portavoce dell’ambasciata cinese a Londra, citato sul sito della Reuters. Aggiungendo: «Noi crediamo che i Paesi, grandi o piccoli, forti o deboli, poveri o ricchi, siano tutti uguali, e che gli affari del mondo devono essere gestiti attraverso la consultazione tra Paesi».

cina, Cornovaglia, G7, piccolo gruppo, portavoce di Pechino


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080