Morte presidente di Haiti: uccisi 4 presunti assassini. Due arrestati. La moglie Martine è viva

PORT AU PRINCE (HAITI) – Due dei presunti assassini del presidente haitiano, Jovenel Moise sono stati arrestati dalla polizia. Altri quattro sarebbero stati uccisi. La moglie, Martine Moise, la First Lady, è  rimasta gravemente ferita nell’attentato, ma non è morta come era stato detto ieri sera 7 luglio 2021. L’hanno trasferita in aereo al Miami Baptist Hospital. Tutto questo è stato annunciato dalle autorità haitiane. Tre poliziotti erano stati presi in ostaggio e sono stati liberati. Il presidente Moïse è stato assassinato da un commando armato in piena notte nella sua  abitazione. Intanto Martine Moise, la First Lady rimasta gravemente ferita nell’attentato, è stata trasferita in aereo al Miami Baptist Hospital.

«Quattro mercenari sono stati uccisi, altri due sono stati fermati e sono sotto il nostro controllo – ha detto il direttore generale della polizia nazionale, Léon Charles in televisione -. Tre poliziotti che erano stati presi in ostaggio sono stati liberati». Tuttavia, restano, secondo gli osservatori occidentali, molti punti oscuri ancora da chiarire. Il Paese, si sottolinea negli ambienti diplomatici, è nel caos.

attentato, Presidente Haiti, presunti assassini


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080