Torna il festival «Solo Belcanto» a Montisi (SI), dopo l’arresto forzato del 2020

Il tenore Celso Albelo, che inaugura i concerti del festival il 19 agosto

Firenze – Torna il Festival «Solo Belcanto» dal 17 al 22 agosto a Montisi (Siena): sei giorni di concerti a tema «Notti nei giardini di Spagna» e una masterclass sul «Barbiere di Siviglia» di Rossini col Direttore musicale del Festival Nicola Paszkowski e la regista Manu Lalli, coadiuvati dalla pianista Beatrice Bartoli. Ospiti di punta il tenore Celso Albelo e due mezzosoprani, Marina Comparato e Raffaella Lupinacci.

Un ritorno graditissimo (nel 2020 il festival era saltato per le incertezze e le restrizioni anti-covid), e anche un bel segno di rinascita: tanta è la voglia d’arte, musica e spettacolo ora, dopo le lunghe astinenze, che l’80% dei biglietti disponibili è andato venduto in prevendita. Naturalmente le restrizioni tuttora vigenti non permettono di utilizzare il graziosissimo piccolo Teatro della Grancia: unico modo per mantenere una capienza di 60 spettatori è stato portare tutto all’aperto, nel grande giardino di un agriturismo; da lì l’associazione con le «Notti nei giardini di Spagna» di Falla e l’idea di dedicare alla musica iberica quest’edizione un po’ ridotta del festival.

Ridotto anche il numero di partecipanti alla masterclass, giusto cinque – quanti bastano ad assicurare tutti i principali registri di voce del «Barbiere di Siviglia» -, cui andranno altrettante borse di studio per coprire le spese; alla fine, con l’aiuto della regista Manu Lalli, si produrranno in un concerto-spettacolo alle 18.15 dell’ultimo giorno di festival, domenica 22 agosto. A chiudere il tutto, alle 19.30, il concerto «Maria de la Felicidad (la Malibran)», leggendario soprano drammatico d’agilità (1808-1836); il mezzosoprano Raffaella Lupinacci e il pianista Dario Tondelli, entrambi alla loro prima presenza al Festival, rendono omaggio a questa grande primadonna presentando una serie di romanze da lei stessa composte e arie da opere che fecero parte del suo repertorio, tra le quali tre ispirate ad una delle più famose tragedie di William Shakespeare: “Giulietta e Romeo” di Nicola Zingarelli, “Giulietta e Romeo” di Nicola Vaccaj e “I Capuleti e i Montecchi” di Vincenzo Bellini.

Il primo concerto, giovedì 19 agosto alle 19.30, è affidato al tenore Celso Albelo, uno dei beniamini di Solo Belcanto, che, insieme al suo pianista spagnolo Juan Francisco Parra, propone un recital con le più belle canzoni popolari e arie della zarzuela, l’opera nazionale spagnola.

Segue, venerdì 20 alle 19.30, il recital del mezzosoprano Marina Comparato, altra beniamina del Festival, e del chitarrista Eugenio Della Chiara, recital dedicato alla musica da camera di Federico García Lorca, Miquel Llobet i Solés e Manuel De Falla: Lorca fu anche musicista particolarmente interessato al recupero della tradizione musicale popolare spagnola, e la scelta delle Canciones in programma nel concerto sono uno degli esempi più significativi di questo interesse.

Sabato 21 alle 19.30 Eugenio Della Chiara si unisce all’Ensemble Solo Belcanto, fondato nel 2019 e formato da Leonardo Matucci, Carmela Panariello, Caterina Cioli, Michele Tazzari e Rachele Nucci, in un concerto strumentale in cui vengono proposti brani di compositori ispirati a momenti, temi e danze tipicamente spagnoli come la musica che risuonava al tramonto nelle strade di Madrid, la follia e il fandango.

Il Festival, organizzato dall’Associazione Solo Belcanto presieduta da Silvia Mannucci Benincasa, ha come Direttore artistico Giovanni Vitali e come Direttore musicale Nicola Paszkowski; i musicisti, anche i grandi nomi, partecipano a titolo gratuito, in cambio della sola ospitalità, per il gusto di dar vita a una manifestazione diversa dal consueto; e il gusto ci deve essere davvero, visto che più d’uno c’è tornato dopo la prima volta. E sono in crescita anche gli spettatori esteri che vengono e tornano l’anno dopo, incrementando la forte presenza di stranieri fra i turisti di una delle zone dal paesaggio più bello e più vario (a Montisi, non per nulla, andarono a lungo in vacanza anche la Carrà e Boncompagni).

I biglietti (25 euro; ci sono anche due formule d’abbonamento) si possono acquistare anche dal sito https://www.solobelcanto.it/it, dove si trovano anche i dettagli del programma

 

Festival Solo Belcanto, Montisi, Musica, opera lirica

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080