Direttissima Prato-Bologna: incontro in prefettura fra Rfi e Trenitalia con i sindaci interessati

PRATO – E’ stato convocato dal Prefetto, Adriana Cogode, un incontro che s i è tenuto oggi presso la sede della Prefettura di Prato con i Sindaci dei Comuni di Cantagallo, Vaiano e Vernio ed i rappresentanti di RFI e di Trenitalia sul tema dei lavori in esecuzione sulla linea Direttissima Prato–Bologna, operazione di interesse pubblico, nazionale ed europeo, avente il fine di potenziare la performance dei trasferimenti di merci su rotaie e di rendere maggiormente accessibili e fruibili le stazioni ferroviarie

L’incontro è stato richiesto dai tre Sindaci della Val di Bisenzio, interessati a più riprese dalla comunità locale a causa di disagi ed inconvenienti derivanti dai lavori in corso e dai cambiamenti di orari dei servizi di trasporto ferroviario, a
volte non preannunciati tempestivamente a causa di imprevisti in corso d’opera. Il Prefetto sottolinea che
, pur essendo evidente che la realizzazione dell’opera non può che essere pienamente condivisa da tutte le Istituzioni, la riunione odierna ha la finalità di valutare, d’intesa con i rappresentanti di R.F.I. e di Trenitalia ,
l’adozione di pos sibili accorgimenti che consentano di alleggerire i disagi rappresentati dai cittadini del territorio.
Il tutto ovviamente, pur tenendo conto delle problematiche di carattere tecnico-operativo e strategico affrontate dalla Cabina di regia Emilia-Romagna–Toscana.

Si tratta, piuttosto ” aggiunge il Prefetto “ di voler prendere in esame alcune situazioni di disagio e di tensione sociale vissute dalla popolazione locale che con insistenza vengono rappresentate ai primi cittadini”
.
Durante l’incontro sono state esaminate le problematiche più frequentemente sottoposte all’attenzione dei Sindaci
da parte della cittadinanza, che rivestono carattere locale e hanno natura quotidiana , riguardando non solo il tema
dell’efficienza dei servizi sulla linea ferroviaria in oggetto , ma anche i disagi vissuti dalle singole comunità urbane,
come le polveri sollevate ed i forti rumori provenienti dai  cantieri dell’impresa appaltatrice dei lavori in esecuzione sulla predetta tratta.
L’incontro si è rivelato di estrema utilità e R.F.I. e Trenitalia , oltre a comunicare ufficialmente che a metà dicembre 2021 terminerà il lavoro del cantiere Prato centrale – Vernio, hanno assicurato piena disponibilità per prendere in esame le doglianze della comunità locale, anche attraverso una più diretta comunicazione con i rappresentanti delle Amministrazioni comunali interessate.
Si è altresì convenuto di programmare ulteriori incontri anche presso gli stessi Enti locali per monitorare la situazione e garantire il massimo dialogo.

Fs, prato, prato - Bologna

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080