Firenze: spaccio droga, 3 divieti di dimora contro migranti, eseguiti dai carabinieri

Carabinieri ANSA/MASSIMO PERCOSSI

FIRENZE – I Carabinieri della Stazione di Signa hanno dato esecuzione a tre ordinanze di applicazione della misura del divieto di dimora emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze a carico di 3 magrebini, E.A. di 37 anni, S.S. e L.J. entrambi 39enni, noti alle forze dell’ordine, responsabili di reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Gli investigatori hanno dato via alle indagini agli inizi dello scorso autunno, quando, nel corso di un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno sorpreso un uomo in possesso di alcune dosi di hashish, evidentemente appena acquistata. Da quell’episodio, con i successivi accertamenti coordinati dalla Procura della
Repubblica, i Carabinieri hanno ricostruito un’intensa attività di spaccio di hashish e cocaina in relazione a circa 450 episodi.
L’indagine ha permesso di ricostruire un mercato che si estendeva in diversi comuni della Piana Fiorentina’ in particolare Signa e Campi Bisenzio, con spacci che venivano effettuati dai Pusher all’interno dei giardini pubblici e che si intensificavano a ridosso del fine settimana. Il recente sequestro di circa 500 gr di hashish rinvenuti
all’interno del giardino pubblico di via dell’Edera – zona Castello -a Signa denotano l’attualità dell’attività di spaccio. Ai tre è stato notificato il divieto di dimora nella Provincia di Firenze.

magrebini, Piana Fiorentina, spaccio


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080