Concessioni balneari: Consiglio di Stato rinvia decisione, protestano associazioni. Montemagni (Lega) chiede intervento Governo e Regione Toscana

 

ROMA – Consiglio di Stato non decide su questione balneari e applicazione direttiva Bolkestein. Deluse le Associazioni professionali che pensano a ricorso alla Corte di Giustizia Ue. Ancora una fumata grigia sul destino
delle concessioni balneari. Ieri pomeriggio era infatti atteso dal Consiglio di Stato il pronunciamento sulla validità delle leggi che sospendono la direttiva Bolkestein per prorogare fino al 31 dicembre 2033 i diritti attuali sul demanio marittimo a scopo turistico-ricreativo. Il presidente di Confartigianato Demaniali Mauro Vanni annuncia però che «non è stato un appuntamento definitivo. Il pronunciamento slitta e non è escluso il ricorso alla Corte di Giustizia Europea».

La questione interessa particolarmente i balneari toscani, ed è per questo che Elisa Montemagni, capogruppo
della Lega nel Consiglio regionale,  sollecita Governo e Regione a seguire attentamente la questione:  «La seduta interlocutoria al Consiglio di Stato sulla delicata questione Bolkestein che coinvolge il settore dei balneari non deve fare abbassare la guardia sulla problematica, ma, anzi, è doveroso che le Istituzioni si adoperino affinchè la decisione dell’allora ministro Centinaio, il quale aveva concesso una proroga di quindici anni riguardo alle cosiddette aste,
non venga poi stravolta. Concordiamo, dunque, con gli addetti ai lavori che la questione debba essere affrontata con il massimo impegno, sia a livello governativo che parlamentare. E’ infatti in ballo il futuro di migliaia di persone, che garantiscono un servizio importante per il turismo della nostra Regione e quindi la problematica non va minimamente sottovalutata. Da parte nostra come ampiamente dimostrato nel 2018 dal nostro rappresentante al Governo, continueremo ad attenzionare l’importante tematica, pronti a dare, fin da subito, il nostro contributo per far sì che il settore non debba andare incontro a sgradite sorprese, come quella ricevuta nel Natale scorso da parte della Ue».

balneari, Bolkestein, concessioni

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080