Skip to main content

Eitan: tribunale di Tel Aviv respinge il ricorso del nonno. Il bambino deve tornare in Italia

Eitan

TEL AVIV – Sentenza a tarda sera di oggi, 11 novembre 2021: il tribunale distrettuale di Tel Aviv ha respinto il ricorso presentato dai legali di Shmuel Peleg, nonno di Eitan, contro la sentenza di primo grado che ha stabilito che il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone deve tornare in Italia dalla zia Aya Biran.

I legali di Aya Biran, zia paterna e tutrice legale di Eitan, confermano che la corte distrettuale di Tel Aviv ha rigettato tutte le istanze dal nonno materno confermando la sentenza di rimpatrio di Eitan in Italia ai sensi della Convenzione dell’Aja 1980. Nella nota diffusa dai legali di Aya Biran si afferma che l’ordine di rimpatrio è sospeso per sette giorni, negli stessi termini per l’ impugnativa avanti Suprema Corte. Ma dalla corte distrettuale di Tel Aviv si fa sapere che il bambino deve tornare in Italia entro 15 giorni.



Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741