Firenze: intitolata piazza a Giorgio Morales, ex sindaco

FIRENZE – Con una partecipata cerimonia è stata intitolata  una piazza al sindaco Giorgio Morales, mancato esattamente un anno fa, il 29 novembre, ad 88 anni di età. E’ situata nell’area che si apre sulla sinistra di via Elio Gabbuggiani  e che vede altre aree intitolate a sindaci del dopoguerra, cinque, come ha tenuto a sottolineare nel suo saluto l’assessore Alessandro Martini.

Erano presenti il presidente della giunta regionale Eugenio Giani, il sindaco Dario Nardella, l’assessore alla toponomastica e cultura della memoria Alessandro Martini, famigliari, conoscenti, antichi collaboratori, affiancati dal gonfalone cittadino e dalle chiarine della Famiglia di Palazzo.

I vari interventi – peraltro molti dei convenuti avevano partecipato sabato scorso al convegno dedicatogli “ Al timone di Firenze tra la prima e la seconda Repubblica con la forza dell’amore e per la sua città”, svoltosi nel Salone dei Duecento – hanno messo in evidenza la sua figura di politico intelligente, di convinto socialista e antifascista, stimato anche dagli avversari politici per il rigore intellettuale che lo contraddistingueva. A sottolinearne gli aspetti di amministratore accorto e lungimirante, Eugenio Giani, che si era trovato a reggere l’assessorato alla viabilità e ai lavori pubblici nel ’93, mentre il figlio Nicola ha ricordato, con alcuni aneddoti, la sua figura di uomo e di padre di famiglia.

Un grande protagonista della vita cittadina, Giorgio Morales, attento anche alle problematiche del volontariato sul territorio: tra l’altro, sotto la sua amministrazione, fu intitolata nel gennaio ‘91 una strada cittadina alla vittima del dovere Fausto Dionisi, ucciso nel 1978 da una commando terrorista delle BR. Al poliziotto, medaglia d’oro al valor civile alla memoria, è intitolata la sezione cittadina dell’ANPS, di cui stamane era presente una rappresentanza.

Il sindaco Nardella ha annunciato nel suo intervento: La fermata della linea della tranvia che si svilupperà ad occidente della città porterà la dizione: fermata Porta al Prato- piazza Giorgio Morales.

La cerimonia era stata preceduta dalla deposizione di fiori a Rifredi, sulla tomba che lo vede sepolto in un loculo tra i tanti, semplice, sobrio:  fiorentino tra i fiorentini.

 

Firenze, Morales, piazza


Sergio Tinti

già Comandante Polizia Stradale della Toscana

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080