Gkn, sindacati: azienda disponibile a stop licenziamenti. L’attenzione di Invitalia

ROMA – Spiraglio per Gkn. I sindacati infatti annunciano: «La proprietà di Gkn ha dichiarato di essere disposta a trasferire tutte le azioni al dott. Borgomeo e conseguentemente a non avviare una nuova procedura di licenziamento per tutta la durata del negoziato sindacale con la potenziale nuova proprietà». Per i sindacati «si tratta di una novità importante che finalmente accende una speranza per i circa 400 lavoratori di Firenze». Lo dichiarano Gianluca Ficco, segreterio nazionale Uilm, e Davide Materazzi, segreterio della Uilm Firenze al termine del tavolo in videoconferenza al Mise alla presenza del viceministro Todde, Annibaletti e Invitalia.

L’advisor nominato dall’azienda Borgomeo, aggiungono i sindacalisti, «non procederebbe però alla reindustrializzazione del sito in prima persona, ma manterebbe una posizione di advisor e quindi cercherebbe i soggetti da coinvolgere nel piano di rilancio. Si accende una speranza per i lavoratori di Firenze, ma la vertenza non è assolutamente finita. Porteremo avanti il confronto – spiegano Ficco e Materazzi – per chiedere certezze e garanzie per i lavoratori, auspicando anche un intervento diretto di Invitalia nell’azionariato a conferma del ruolo che deve avere il soggetto pubblico nel prosieguo della vertenza».

Si è parlato dell’interessamento di due aziende del comparto farmaceutico, «verificheremo con attenzione chi saranno i soggetti e la serietà dei piani industriali e in ogni caso chiederemo la piena continuità lavorativa. Ringraziamo per l’attenzione dimostrata la viceministro Todde e la Regione Toscana – concludono Ficco e Materazzi – e soprattutto confidiamo che l’impegno delle Istituzioni resti massimo finché i lavoratori della GKN di Firenze non avranno ripreso effettivamente a lavorare».

Gkn, Invitalia, sindacati


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080